A Calais partiti i primi bus. A Lesbo migranti danno fuoco a centro UE - InfoOggi.it

Breaking News
  • Australian Open, Seppi vola agli ottavi. Federer show contro Berdych, tutto facile per Murray
  • Prezzi gonfiati durante i saldi a Ravenna, commercianti multati dalla Guardia di Finanza
  • Ad Amatrice sorteggio prime 25 casette
  • Hotel Rigopiano, 8 persone trovate vive. Individuati altri superstiti
  • I superstiti di Rigopiano, anche moglie di Parete: ''Cercate mia figlia''
  • Roma, Grillo: ''Giustissimo chiesa paghi Imu''
  • Milano, 7 arresti: progettavano assalto a portavalori sulla tratta Bari-Foggia
  • Milano, polemiche su dichiarazioni di Sala circa possibilità di dedicare via a Bettino Craxi
  • Padova, orge in canonica: la confessione di Don Andrea
  • Napoli, 4 arresti per omicidio 17enne a Rione Sanità
  • Trema ancora il centro Italia: 30 scosse nella notte. Si cercano i dispersi dell'hotel Rigopiano
  • Gli Usa voltano pagina: è il giorno del giuramento di Donald Trump
  • Melbourne, auto contro pedoni: tre morti e almeno 20 feriti
  • Raccomandazioni Consiglio d'Europa: Italia limiti i giudici in politica
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

A Calais partiti i primi bus. A Lesbo migranti danno fuoco a centro UE

A Calais partiti i primi bus. A Lesbo migranti danno fuoco a centro UE
0 commenti, , articolo di , in Estero

PARIGI, 24 OTTOBRE - Le operazioni di sgombero della “Giungla” di Calais sono in corso da questa mattina. I primi autobus sono giunti nell'insediamento del nord della Francia dove da 18 mesi fino ad oggi hanno vissuto tra i 6.400 e gli 8.300 migranti e sono partiti verso le destinazioni dei CAO, i campi di accoglienza e di orientamento. Nel contempo, a Lesbo, decine di migranti hanno dato fuoco ad un centro Ue adibito per la gestione delle richieste di asilo sull'isola greca.

I primi migranti che sono partiti per i campi di accoglienza sarebbero in prevalenza sudanesi, e ad ognuno di loro è stato permesso di scegliere fra due dei 450 centri di orientamento presenti in tutto il territorio francese.

La situazione, fino ad ora, sembra essere tranquilla, ma come scrive il quotidiano Le Figaro, 1.250 poliziotti sono stati mobilitati per garantire la sicurezza durante le operazioni di evacuazione. I residenti dei comuni che dovranno accogliere i migranti starebbero protestando contro il loro arrivo.

Se in Francia la situazione sembra essere tranquilla, sull'isola greca di Lesbo sembra non essere così. Gruppi di migranti hanno infatti dato fuoco ad una struttura Ue adibita per gestire le domande di asilo, a causa di alcuni ritardi. La polizia ha dichiarato che nessuno è rimasto ferito ma che tre prefabbricati sono stati danneggiati.

I ventidue migranti responsabili dell'accaduto sono stati arrestati.

Chiara Fossati

immagine da www.secoloditalia.it

Chiara Fossati

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image