Cadaveri in mostra, Body Worlds arriva a Milano - InfoOggi.it

Breaking News
  • Incendio nel reparto psichiatrico del Santorso: un morto
  • Rimini, città in rivolta contro l'aggressione razzista
  • Attacco Londra, Scotland Yard annuncia due nuovi arresti e conferma il nome del killer
  • Treviso, uccide la fidanzatina incinta: "Voleva dirlo a tutti"
  • Napoli, tredicenne violentato da undici minorenni
  • Trattati di Roma, il piano di sicurezza: allerta su infiltrati nei cortei
  • Attacco a Westminster, la ragazza italiana ferita è stata operata nella notte
  • Italgas, risultati 2016 in linea con le attese
  • Trump lancia l'ultimatum ai Repubblicani sulla sanità: "Approvare subito o resta Obamacare"
  • Venerdi della terza settimana di Quaresima: il piu grande dei comandamenti
  • Attacco Londra, identità attentatore: è un 52enne già noto alle forze dell'ordine.....
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

Cadaveri in mostra, Body Worlds arriva a Milano

Cadaveri in mostra, Body Worlds arriva a Milano
2 commenti, , articolo di , in Eventi

MILANO, 11 AGOSTO 2012. Il 3 ottobre a Milano si potranno andare a visitare dei cadaveri alla Fabbrica del Vapore. Si tratta di una mostra che è stata già ospitata da oltre 60 città nel mondo attirando la curiosità di 34.000.000 visitatori, come si apprende dal sito ufficiale italiano della mostra www.bodyworldsinthecity.it. I cadaveri in mostra appartengono a persone che hanno deciso di donare liberamente il proprio corpo poco prima di morire e sono stati trattati per resistere nel tempo.

Gunter von Hagens è uno scienziato, ma è anche un artista. Come scienziato ha inventato, e brevettato, una tecnica denominata "plastinazione" che consiste nel sostituire i liquidi del corpo umano con dei polimeri di silicone, consentendo la lunga conservazione di organi e tessuti per molto tempo. Come artista è l'autore di una mostra di cadaveri che sta facendo il giro del mondo. Egli ha infatti deciso di utilizzare i corpi dei donatori per esporli in pose e situazioni di vita quotidiana. Osservando le foto delle opere, se così è lecito definirle, si possono vedere un uomo che suona la chitarra, una danzatrice, persone sedute ad un tavolo mentre giocano a carte e c'è persino un cane. Di sicuro un'iniziativa coraggiosa che non si è risparmiata le polemiche suscitate dalla spettacolarizzazione della morte, soprattutto dagli ambienti ecclesiastici italiani, i quali però non hanno ancora preso una posizione ufficiale.

La mostra del "dottor morte", così è stato definitio Gunter von Hagens, è già stata a Roma, dove ha attirato 150 mila visitatori, e a Napoli al Real Albergo dei Poveri in attesa di essere trasferita a Milano.

 (immagine da www.unevento.it)

Fabio Brambilla Pisoni

2 commenti

giovanna palma ha scritto:
02/03/2013, 00:10

Abbastanza inquietante ....

arianna ha scritto:
28/01/2013, 16:53

Se puo interessare: accanto a body worlds alla fabbrica del vapore è presente la rassegna Carnem, che racchiude eventi collaterali volti ad indagare il corpo sotto differenti punti di vista (quali moda, fotografia, disegno..). Ad esempio mercoledi 30 gennaio inaugura DRAWING BODIES, in occasione dell’ARTIST’S NIGHT organizzata dalla fabbrica del vapore e dedicata alla creatività giovanile :)

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image