Impugnato lo Statuto sulle espulsioni, Grillo in tribunale - InfoOggi.it

Breaking News
  • G7, Trump lascia col fiato sospeso sull'accordo di Parigi
  • Torino, morto bambino di 8 anni: è caduto in curva da una minimoto
  • F1, GP Monaco 2017: Trionfa Ferrari. 1 Vettel, 2 Raikkonen 3 Ricciardo
  • Renzi: "Patto con Berlusconi e Grillo perché lo chiede il Colle"
  • Migranti, nave Msf salva 1500 persone ma naviga 3 giorni senza cibo per G7
  • F1: prima fila Ferrari, pole Raikkonen, 2 Vettel, 3 Bottas. Gp Monaco; Ecco la griglia di partenza
  • Genova, Papa Francesco incontra gli operai dell'Ilva
  • G7: Trump non terrà la conferenza stampa alla conclusione dei lavori
  • Rai, terminato incontro tra Campo Dall'Orto e Padoan: il manager si è dimesso
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

Impugnato lo Statuto sulle espulsioni, Grillo in tribunale

Impugnato lo Statuto sulle espulsioni, Grillo in tribunale
0 commenti, , articolo di , in Politica

ROMA, 11 GENNAIO - In qualità di rappresentate legale dell'associazione del Movimento 5 stelle, da domani, 12 gennaio, Beppe Grillo sarà chiamato a rispondere “sotto processo” per il nuovo Statuto e il nuovo Regolamento che stabilisce le espulsioni, votato in rete ed approvato lo scorso ottobre.



Tre iscritti al M5s, rappresentati dall'avvocato Lorenzo Borrè, hanno infatti deciso di impugnarli davanti ad un giudice, chiedendone la nullità, in quanto mettono in dubbio la trasparenza con cui Grillo abbia modificato lo Statuto.

Il ricorso è costituito da 41 pagine di contestazioni, dove, oltre alla votazione non assembleare e il mancato raggiungimento del quorum previsto, si lamenta anche e la violazione della norma che prevede che tutti gli iscritti vengano chiamati a votare. Secondo l'avvocato Borré, infatti, "alcuni iscritti, pur non essendo espulsi, non sono stati convocati al voto ed hanno trovato il loro account per votare disabilitato mentre sono stati esclusi tutti gli iscritti dopo il 31/12/2015".

Nel merito del Regolamento, invece, i ricorrenti ritengono violate le norme costituzionali che prevedono la libera manifestazione del pensiero così come vengono contestate le modalità di scelta del Collegio dei probi viri e del Comitato d'appello.

L'atto di citazione, dopo essere stato notificato, verrà depositato in Tribunale e, in un paio di mesi, potrebbe anche decidere per la sospensione dello Statuto.

 

Giulia Piemontese

 

(immagine da: economicomensile.it)

Giulia Piemontese

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image