L'11 aprile esce Discordia, il quinto disco di Bologna Violenta - InfoOggi.it

Breaking News
  • Barcellona, indagini su attentato: i terroristi volevano distruggere la Sagrada Familia
  • Dopo le polemiche, aperta nuova tendopoli per i migranti a S.Ferdinando
  • Barcellona, attentato alle Ramblas: ritrovato vivo il bimbo australiano Julian Cadman
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

L'11 aprile esce Discordia, il quinto disco di Bologna Violenta

L\'11 aprile esce Discordia, il quinto disco di Bologna Violenta
0 commenti, , articolo di , in Infooggi GrooveOn

Riceviamo e Pubblichiamo

MILANO, 26 FEBBRAIO 2016 - Bologna Violenta annuncia l'uscita del suo quinto disco dal titolo "Discordia", scritto a quattro mani con Alessandro Vagnoni. Il disco sarà prodotto dall'etichetta Overdrive Records.




DISCORDIA è il quinto album di BOLOGNA VIOLENTA.
DISCORDIA è il primo lavoro fatto a quattro mani da me e Alessandro Vagnoni.
DISCORDIA è ispirato agli esseri umani che dedicano la propria vita a mettersi gli uni contro
gli altri per avere poi un unico, comune finale: la morte.
DISCORDIA è un disco che nasce dalle frustrazioni, da sogni infranti, da ingiustizie
che alimentano ogni giorno l’odio per ciò che mi sta intorno.
DISCORDIA nasce dalle mie paure, dal mio volere costantemente tutto e il contrario di tutto.
DISCORDIA è il frutto delle continue lotte personali contro me stesso, contro ciò che sono
rispetto a quello che vorrei essere.
DISCORDIA è un disco bellissimo, ma è molto pop.
DISCORDIA non è un album politico.
DISCORDIA rappresenta perfettamente ciò che abbiamo in testa: musica difficile,
ma dalle forti sfumature easy-listening.
DISCORDIA contiene dei brani lunghi, quasi delle canzoni.
DISCORDIA contiene brani ispirati da fatti veri, ma non troppo.
Un disco di cronaca è stato più che sufficiente per farmi capire che certi piedi non vanno calpestati.
DISCORDIA è anche una compagnia di trasporti bulgara.
DISCORDIA contiene della musica che non vuole, tutto sommato, insegnare niente a nessuno.

 

TRACKLIST

Sigle di telefilm
Il canale dei sadici
Incredibile lite al supermercato
Un mio amico odia il prog
Il tempo dell'astinenza
Leviatano
Chiamala rivolta
L'eterna lotta tra il bene e le macchine
I postriboli d'oriente
Binario morto
Discordia
Lavoro e rapina in Mongolia
Il processo
Passetto
I felici animali del circo
Colonialismo

 

BIOGRAFIA

BOLOGNA VIOLENTA è un progetto nato nel 2005 da un’idea di Nicola Manzan, musicista
trevigiano che da allora ha pubblicato sotto questo pseudonimo cinque album, vari ep, split e remix. I suoi lavori sono caratterizzati da sonorità estreme, in cui le batterie elettroniche vengono arrangiate con chitarre grindcore e orchestre classiche.
Le tematiche affrontate sono per lo più riferite ai drammi della vita, al forte contrasto tra l’essere umano e il mondo che lo circonda, ma soprattutto al difficile rapporto tra gli esseri umani stessi.
Dopo un primo omonimo album uscito in CDr nel 2005 (in larga parte influenzato dall’immaginario dei film poliziotteschi, successivamente ristampato in vinile), nel 2010 esce Il Nuovissimo Mondo, disco fortemente ispirato ai cosiddetti mondo-movies che ha portato Nicola ad esibirsi come one-man-band sui palchi di tutta Italia e, negli anni successivi, anche in Europa.
Nel 2012 esce il terzo album, Utopie e piccole soddisfazioni, un disco più apolitico ed introspettivo del precedente, mentre è del 2014 il controverso Uno Bianca, in cui vengono raccontati dei fatti di cronaca senza usare il classico sarcasmo che da sempre ha contraddistinto il linguaggio di BV, un disco spietato e violento che non lascia spazio alla fantasia.
Nel 2015 il progetto è diventato un duo con l’ingresso in formazione di Alessandro Vagnoni
come batterista dal vivo e polistrumentista in studio.
BV è stato materia d’esame nel corso di “Arte digitale” all’Accademia di Belle Arti di Venezia e presso la stessa sede è stato anche presentato il progetto The Sound of…, in cui i pezzi di quaranta discografie diverse vengono fatti suonare simultaneamente.
Nicola Manzan è un violinista, polistrumentista e produttore trevigiano. Ha lavorato in studio e dal vivo con artisti italiani ed internazionali, tra cui Jesu, Menace, Igorrr, Baustelle e Fast Animals and Slow Kids.
Alessandro Vagnoni è un batterista, polistrumentista e produttore fermano. Ha collaborato con band death metal quali Dark Lunacy, Resurrecturis, Infernal Poetry. È titolare del progetto Tapewhore e di molti altri piccoli deliri musicali sotto vari pseudonimi.

TOUR

01 Aprile 2016 - Circolone - Legnano (MI)
02 Aprile 2016 - House Of Melancholia Fest - Savignano Sul Rubicone (FC)
15 Aprile 2016 - No Cage - Prato
16 Aprile 2016 - Onda SonoraA - Angri (SA)
17 Aprile 2016 - Mat - Terlizzi (BA)
18 Aprile 2016 - Scumm - Pescara
22 Aprile 2016 - Fabrik - Cagliari
23 Aprile 2016 - The Hor - Sassari
28 Aprile 2016 - Zazzabar - Carpi (MO)
29 Aprile 2016 - Spazio 211 - Torino
30 Aprile 2016 - Luca's Bar - Tezze Sul Brenta (VI)
07 Maggio 2016 - Arci Area - Carugate (MI)
20 Maggio 2016 - Clab Casale Lab - Casale sul Sile (TV)
21 Maggio 2016 - Checkmate Rock Club - Genova
27 Maggio 2016 - Freakout Club - Bologna
18 Giugno 2016 - Ostiapalooza - Ostia (RM)
09 Luglio 2016 - Dong - Recanati

Credits
Nicola Manzan: chitarra, violino, viola, violoncello, sintetizzatori, programmazione.
Alessandro Vagnoni: batteria, basso.
Monique “Honeybird” Mizrahi: charango su Colonialismo.
Ottone Pesante (Paolo Raineri: tromba, Francesco Bucci: trombone) su Leviatano.
Paolo Polon: pianoforte su Sigle di telefilm.
Tiffany Taylor: voce su Incredibile lite al supermercato.
Fabio “Reeks” Recchia: voce su L’eterna lotta tra il bene e le macchine.
Жон тугалган: voce su Lavoro e rapina in Mongolia.
Johna Foliowa: voce su Lavoro e rapina in Mongolia.
Il disco è stato registrato tra agosto 2015 e febbraio 2016 a Casa Violenta da Nicola Manzan
con l'aiuto di Nunzia Tamburrano.
Batteria e basso registrati al Plaster Recording Studio da Alessandro Vagnoni.
Charango registrato da Monique “Honeybird” Mizrahi al Dynamic Zebra Studios, NYC.
Ottoni registrati allo Studio Pesante.
Il mixaggio è stato effettuato al Plaster Recording Studio da Alessandro Vagnoni.
Il mastering è stato effettuato a Casa Violenta da Nicola Manzan.
Tutte le musiche sono di Nicola Manzan tranne Colonialismo di Nicola Manzan e Monique Mizrahi.
Tutti i ritmi sono di Alessandro Vagnoni.
Tutti i brani sono editi da Kizmaiaz Edizioni Musicali.
Concept grafico: Nicola Manzan, eeviac.
Realizzazione grafica: eeviac


Notizia Segnalata da Ufficio Stampa Dischi Bervisti

 

La fotogallery

Copertina
foto
Salvatore Signoretti

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image