L'importanza della customizzazione del brand - InfoOggi.it

Breaking News
  • Napolitano: "Lega xenofoba e anti-Ue".......
  • Omicidio Ciro Esposito: Daniele De Santis condannato a ventisei anni di reclusione
  • Volo Egyptair, il medico legale: "Ipotesi esplosione a bordo"
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

L'importanza della customizzazione del brand

L\'importanza della customizzazione del brand
0 commenti, , articolo di , in Societa'

10 FEBBRAIO 2016 - L'immagine di un'azienda è fondamentale per ottenere successo sul mercato e conquistare il proprio target di riferimento. Anzi, potremmo sostenere a ragion veduta che l'immagine di un'azienda è tutto: in special modo quando essa decide di passare a strategie di marketing conosciute con il nome di one-to-one, che prevedono l'abbattimento delle barriere fra marchio e cliente e, nei casi più estremi, la sostituzione del marchio stesso con il nome delle persone. La customizzazione del brand è una tecnica che sta riscuotendo sul mercato un successo senza precedenti, e che sempre più spesso viene adottata sia dalle piccole che dalle grandi aziende. Vediamo insieme di cosa si tratta, e perché la brand customization è così importante sul mercato.  

Che cos'è la customizzazione del brand

Il termine 'customizzazione del brand' potrebbe in apparenza sembrare una ridondanza: quale marchio, infatti, non si personalizza per imporsi sul mercato? In realtà, la brand customization è un gradino ben più impegnativo: significa ridisegnare il proprio marchio, con l'obiettivo di ridurre la distanza fra azienda e consumatore. Lo scopo di qualsiasi strategia di marketing moderno, infatti, vede nella riduzione di questa distanza il modo più efficace per far sentire il cliente maggiormente vicino all'azienda. Per comunicargli, in altre parole, che lui è in cima ai suoi pensieri, e che ogni prodotto o servizio non viene offerto pensando il cliente come un numero, ma innanzitutto come una persona. Con i suoi sentimenti ed i suoi bisogni.

Come customizzare il proprio brand

Le strategie di customizzazione del brand sono davvero numerose: potremmo dire che l'unico limite, in questo come in tutti gli altri campi del marketing, è la fantasia. Ad esempio, customizzare il proprio brand spedendo la merce in scatole personalizzate come queste, dove poter inserire la propria grafica, potrebbe essere un'ottima tecnica per avvicinarsi al consumatore e fidelizzarlo in modo 'umano', il tutto senza spendere cifre esagerate. La brand customization, da questo punto di vista, risulta una tecnica innovativa e al tempo stesso semplice: per metterla in pratica non serve necessariamente spendere budget milionari o dotarsi delle menti più ingegnose nel campo della pubblicità. Basta avere un po' di inventiva, saper cogliere le opportunità e sfruttarle a proprio vantaggio al momento giusto.

La brand customization estrema: dalla Coca Cola alla Nutella

Per rendersi conto dell'efficacia della customizzazione del brand, basta immaginarsi la distanza fra azienda e cliente come una linea retta con due poli opposti: ogni volta che si fa un passo verso la customizzazione, questa distanza si riduce. Un centimetro alla volta, fino ad arrivare al punto in cui i due punti coincidono in una sorta di orizzonte degli eventi del marketing. Com'è ovvio che sia, solo i brand più famosi possono permettersi di annullare completamente il proprio nome in favore di quello del cliente: annullare il marchio è possibile solo se la brand awareness è altissima e, dunque, se è già fissata nella mente del consumatore. In questo senso, Coca Cola e Nutella sono stati dei veri e propri pionieri della customizzazione del brand estrema: tutti voi avrete già visto le confezioni dei due brand con il nome dell'azienda sostituito dal nome del cliente e da uno slogan (ad esempio: 'dai un bacio a Giulia').

Il potere virale della brand customization

In un momento in cui Internet è diventato il principale canale di marketing, diventa fondamentale spingere gli utenti alla condivisione del marchio aziendale sui social network: l'unico modo per farlo è emozionarli, spingendoli ad una pubblicità gratuita che è innanzitutto il frutto della riconoscenza. Aziende come la Coca Cola e la Nutella ci sono riuscite proprio attraverso la customizzazione del brand, con le tecniche citate precedentemente. La loro campagna di marketing basata sulle confezioni, infatti, ha fatto diventare il loro marchio virale sui social network come Facebook.

Redazione

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image