Mobilitazione web contro il caro assicurazioni nel Sud Italia - InfoOggi.it

Breaking News
  • Terremoti: nuova scossa magnitudo 3.7 in Canale di Sicilia
  • Bonus bebè: Associazioni, ora Inps si adegui rapidamente.Tribunale, Inps eroghi premio nascita
  • Il ciclista Froome trovato positivo al doping
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

Mobilitazione web contro il caro assicurazioni nel Sud Italia

Mobilitazione web contro il caro assicurazioni nel Sud Italia
10 commenti, , articolo di , in Economia

NAPOLI – E’ risaputo da tutti: assicurare un’automobile a Napoli costa 4 volte di più che assicurarla a Venezia o a Torino.
Le compagnie si giustificano dicendo che al Sud ci sono troppi “imbrogli” e questo determina la maggiorazione del premio assicurativo.
Ma sarà questo il reale motivo? Analizzando gli ultimi dati si nota che, mentre al Meridione si evidenzia un’incidenza per quanto riguarda i piccoli sinistri, al Nord si verifica il maggior numero di incidenti e furti d’auto in rapporto alla popolazione. Se a questi dati aggiungiamo anche le ultime inchieste di [Torino] e [Venezia] dove si sono riscontrati decine di arresti per truffe milionarie alle assicurazioni, questa discriminazione geografica pare ancora più assurda.


Infatti secondo un’ inchiesta di Info Oggi e mediante l’uso di [dati Istat], si può notare che al Nord nel 2008 ci sono stati 265.275 incidenti contro i 56.769 del Centro e i 51.174 del Sud e delle Isole.
Ma non solo, prendendo in esame gli stessi dati, ma questa volta riferiti alle città, e calcolando le percentuali assolute di incidenti in base al parco auto circolante e alla popolazione residente, non troviamo nei primi 22 posti nemmeno una città del Sud. Per ultimo la nostra indagine denota come, mettendo a confronto il numero e le percentuali di incidenti nelle province, Napoli sia al quattordicesimo posto mentre Genova al primo, e mentre nel primo caso l’assicurazione è un lusso che non tutti possono permettersi, nel secondo è decisamente più conveniente. (VEDI LE TABELLE RIPORTATE NELLA GALLERY).
Da questi dati inconfutabili è nata la protesta di due cittadini campani: Luciano Colella e Antonio Catalano, che hanno fatto una [petizione on-line] da mandare all’Unione Europea e alle autorità competenti italiane.
L’introduzione della stessa così recita: “Contro la discriminazione economica e sociale in essere nei contratti di assicurazione RC auto da parte delle assicurazioni ed alla quale sono soggetti i cittadini italiani residenti al Sud Italia rispetto ai residenti al Nord”.
I promotori di tale iniziativa parlano di una “truffa legalizzata” dallo Stato, il quale non interviene in nessun modo per fermare tale ingiustizia.
La petizione è stata ripresa da molti siti web ed impazza anche su Facebook. Si spera che il messaggio arrivi all’Isvap, l’organo istituzionale che deve vigilare sulla regolarità dei contratti delle compagnie assicurative.
 

La fotogallery

TABELLA 1
TABELLA 2
TABELLA 3

10 commenti

eugenio agresta ha scritto:
19/05/2013, 08:13

Chiaro: Siamo e dobbiamo rimanere discriminati... apriamo gli occhi. la storia delle assicurazioni auto è emblematica, i poteri hanno deciso che il sud deve pagare a prescindere. Succede oggi quello che è successo in passato. Il sud paga il suo accentuato singolarismo, nonchè il suo servilismo alle classi che decidono, nella speranza di trarne vantaggi pesonali. E ora che ci liberiamo di questo retaggio culturale,ritroviamoci senza complessi, tutti uniti nella salvaguardia dei nostri interessi. Non dobbiamo più dare fiducia ai nostri rappresentanti politici, visto che non sono in grado o non vogliono difendere le ragioni del popolo del sud. La storia delle assicurazioni, non è solo una questione economica ma è qualcosa che offende la dignità di un territorio. Non ho le competenze giuridiche ma sono certo che ci sono i presupposti per un lntervento legale... Eppure tutto tace! Possibile che sono tutti complici di lobbi dallo smisurato potere?

pino vinci ha scritto:
25/11/2012, 22:36

Abitanti x reg.anno 2009 Incid,con morti e feriti anno 2009 n.incidenti ogni 1000 abit. auto x 1000 Abitanti n.incidenti ogni 1000 auto esistenti nella regione Basilicata 587517 942 1,60 586,46 2,56 Molise 319780 530 1,66 612,24 2,73 Calabria 2011395 3457 1,72 583,74 2,94 Campania 5834056 11745 2,01 577,72 3,48 Trent.Al-Adig. 1037114 2715 2,62 538,34 4,59 Sardegna 1675411 4665 2,78 585,33 4,66 Sicilia 5051075 14094 2,79 608,07 4,76 Valle d'Aosta 128230 359 2,8 1095,42 4,81 Abruzzo 1342366 3853 2,87 616,33 4,86 Piemonte 4457335 13742 3,08 623,76 4,94 Puglia 4091259 12812 3,13 546,69 5,12 Veneto 4937854 15643 3,17 589,83 5,37 Umbria 906486 3074 3,39 661,76 5,73 Friuli V G 1235808 4494 3,64 613,80 5,92 Lombardia 9917714 40100 4,04 578,68 6,75 Marche 1565335 6617 4,23 625,86 6,99 Emilia-R 4432418 20411 4,60 603,16 7,40 Toscana 3749813 18362 4,90 627,40 7,63 Lazio 5728688 28186 4,92 664,64 7,80 Liguria 1616788 9654 5,97 518,07 11,53 Perché per avere un preventivo per stipulare eventualmente una polizza R.C.A io debbo rilasciare a qualsiasi compagnia di assicurazione mi rivolgo i miei dati personali, quali : generalità complete , indirizzo, codice fiscale, targa dell’auto , ed esibire il mio attestato di rischio? Un preventivo, non è altro che la ricerca sul mercato di costi più convenienti ai fini di un acquisto. La richiesta di questi dati fatta in sede di preventivo dà adito a pensare che questi servono alla società assicuratrice per fare un preventivo pilotato, ossia i dati servono a controllare attraverso una banca dati delle Compagnie di assicurazione quanto si pagava l’anno precedente ,cosi da poter decidere nell’interesse della compagnia assicuratrice che emette il preventivo quanto richiedere di premio. L'ISVAP a cosa serve? risposta : a tutelare le assicurazioni auto. Il governo Italiano non prende provvedimenti contro questi furti legalizzati per legge, perchè a paura ho interesse

Francesco ha scritto:
25/05/2011, 10:26

Non lamentimoci solamente piangendo, ma reagendo. Io ho scritto al presidente Napolitano 50 volte e lo avrei fatto fino a quando non mi rispondeva. Finalmente mi ha risposto dicendo che girava la mia e-mail al ministero dello sviluppo economico con protocollo. Non mi fermerò qua......

carmine ha scritto:
12/05/2011, 07:07

ma puo mai essere che noi a napoli siamo tanto tartassati e non siamo capaci di diferderci? perchè non si fonda un comitato o qualcosa del genere per poterci ribellare a questo schifo, siamo italiani di serie b?(forse anche di serie c)

Raimondo Apice ha scritto:
09/03/2011, 11:29

mi chiedo quale differenza potrebbe eistere tra un cittadino del sud ed uno del nord, assicurati entrambi con la !^ classe di merito (cioè, con nessuna denucia di sinistro)? Ancora, se esiste una classe di merito, per quale motivo ad un nuovo assicurato viene attribuita la 14^ e non, magari, una classe media? Così facendo, un cittadino viene penalizzato prima ancora di mettersi alla guida per la prima volta.

Iorio Ciro ha scritto:
08/02/2011, 18:45

Anche a me nel Marzo mi scade la polizza RCA stipulata 2 anni fa con la Novit Assicurazione. Propio qualche giorno fa mi hanno mandato l'attestato di merito 1 cls. E - senza mai fare incidenti- e la disdetta. Fra poco più di un mese mi scade la polizza e gia sto provando a fare preventivi per un nuovo contratto, ma i prezzi volano alle stelle. I preventivi quelli online non appena metti Napoli il prezzo triplica, quatriplica e anche più. Ora io mi chiedo quant'è che ci uniamo e protestiamo contro questo sopruso?

Giuseppe C ha scritto:
15/11/2010, 16:42

Ciao a tutti, anche a me è successa la stessa cosa di Carla Avolio con la Zurich. Nella mia famiglia abbiamo la prima classe da non so quanti anni (faccio prima a dire che non abbiamo mai fatto incidenti in più di trent'anni). Ci sono i margini per una denuncia?

max ha scritto:
18/10/2010, 01:04

Per Carla Avolio....denunciali. non possono farli...vedi se c'è anche qualcun altro nelle stesse condizioni e fate partirre le denunce a sti infamoni

carla avolio ha scritto:
17/10/2010, 17:10

allora..io sono assicurata da diversi anni con l'ina.. ho la 1° classe da 4 anni.. sono andata a ritirare la polizza e mi hanno licenziato il contratto ..senza sinistri ne subiti ne fatti..senza preavviso.. ora mi ritrovo con l'auto sprovvista du rc..ed a pagare il doppio.. evidentemente l'ina sulla mia polizza nn guadagnava cosi tanto..allora ha deciso di eliminarmi..vi pare giusto??

Luciano Colella ha scritto:
17/10/2010, 16:08

Grazie, mille grazie di vero cuore per la visibilità ed il sostegno alla nostra petizione. Luciano Colella

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image