Breaking News

    Warning: Missing argument 1 for mostraBreakingNewsByTime(), called in /web/htdocs/www.infooggi.it/home/include/navbar.phtml on line 67 and defined in /web/htdocs/www.infooggi.it/home/include/routine.php on line 2326
  • Marò, malore per Massimiliano Latorre, ricoverato in ospedale
  • Totò Riina minaccia don Ciotti. Nosiglia: 'Chiesa orgogliosa del prete fondatore di Libera'
  • Iraq, i sunniti pronti a fronteggiare l'avanzata dell'IS
  • Ebola, Lorenzin: "tragedia immensa che va fermata". Il 22 vertice UE a Milano
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

Nasce in Sardegna "Su Scioffu" la serra fotovoltaica più grande del mondo

Nasce in Sardegna
2 commenti, , a cura di , in Scienza & Tecnologia

VILLASOR (Cagliari), 30 NOVEMBRE 2011 - Nasce in Sardegna ed è stata inaugurata oggi la più grande serra al mondo che produce energia fotovoltaica. L’impianto fotovoltaico Su Scioffu costruito a Villasor, in provincia di Cagliari, vanta ben 26 ettari di serre destinate a colture ortofrutticole di qualità come melone, anguria, zucchina romanesca, finocchio e, fiore all'occhiello, i "frutti dell'amore", ovvero la rosa da bacca particolarmente richiesta in Olanda.

Ventisei ettari in grado di produrre 20 megawatt di energia elettrica equivalenti ai consumi elettrici di 10mila abitazioni ogni anno e ad una riduzione di Co2 pari a 25mila tonnellate. La realizzazione della centrale verde da guinness dei primati è stata resa possibile grazie all’investimento di 70milioni di euro dell'indiana Moser Baer Clean Energy (Mbcel) e alla collaborazione con il colosso americano General electric (Ge); per quanto riguarda la gestione agricola essa è affidata alla Twelve Energy che ha coinvolto cinque cooperative che si occuperanno della commercializzazione e della vendita dei prodotti, attraverso accordi diretti o mediati anche con la Gdo, garantendosi una sicura fonte di reddito oltreché offrire 90 nuovi posti di lavoro. Investimento di Moser Baer, responsabile dello sviluppo e della realizzazione del progetto, e di General Electric che sino ad oggi e' stato di circa 70mln di euro, e che vede il Gruppo Intesa quale partner finanziario, ma destinato a crescere, perché spiega Marcello Spano, responsabile Sviluppo Sud Europa di Mbcel "E' infatti in cantiere un'estensione della serra che determinerà una potenza complessiva di 40 Mw".

La struttura, presentata oggi, che tra l’altro rappresenta anche il primo investimento nel settore effettuato in Italia, è già allacciata alla rete. "Il parco di 'Su Scioffu' – ha spiegato Lalit Kumar Jain, il CEO di Mbcel, é la dimostrazione pratica della multifunzionalità del fototovoltaico: e' un hub di tecnica verde rinnovabile in grado di produrre elettricità in maniera ecosostenibile e allo stesso tempo di rilanciare un'area in difficoltà con la creazione di circa 90 nuovi posti di lavoro e lo sviluppo innovativo dell'agricoltura".

Un impianto che documenta l’impegno della General Electric Energy Financial Services ad investire in Europa, nonostante le sfide economiche che interessano l'area, con importanti partner in progetti di alto livello, oltreché, sottolinea Andrew Marsden, l’AD e responsabile per l’Europa di General Electric Energy Financial Services palese espressione “della mission di General Electric volta a partecipare a iniziative ancora in fase di sviluppo, in particolare in quelle che realizzano la nostra visione di 'ecomagination', che punta a creare valore affrontando le sfide legate a energia, efficienza e fabbisogno idrico".

Ma Su Scioffu ha anche un altro primato: i tempi record di realizzazione. La centrale verde è stata infatti costruita ed allacciata alla rete in soli 4 mesi, con le sue 134 serre e gli 84.400 pannelli al silicio policristallino.
 

Sara Marci

Sara Marci
Sara Marci è giornalista di InfoOggi.it

2 commenti

Valerio ha scritto:
09/12/2011, 11:47

E' una cosa importantissima per la Sardegna e per il settore. Però mi chiedo per quale motivo in Italia abbiamo affossato le aziende del settore con unalegislazione assurda e poi diamo i nostri incentivi ad una multinazionale indiana .... Ma perchè, noi non eravamo capaci a farlo?

Marioo Leone ha scritto:
30/11/2011, 21:10

Finalmente anche in Sardegna si produce energia sfruttando le fonti rinnovaabli.

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.
CAPTCHA Image