Perugia, Giornata della Memoria 2015 - InfoOggi.it

Breaking News
  • G7, Trump lascia col fiato sospeso sull'accordo di Parigi
  • Torino, morto bambino di 8 anni: è caduto in curva da una minimoto
  • F1, GP Monaco 2017: Trionfa Ferrari. 1 Vettel, 2 Raikkonen 3 Ricciardo
  • Renzi: "Patto con Berlusconi e Grillo perché lo chiede il Colle"
  • Migranti, nave Msf salva 1500 persone ma naviga 3 giorni senza cibo per G7
  • F1: prima fila Ferrari, pole Raikkonen, 2 Vettel, 3 Bottas. Gp Monaco; Ecco la griglia di partenza
  • Genova, Papa Francesco incontra gli operai dell'Ilva
  • G7: Trump non terrà la conferenza stampa alla conclusione dei lavori
  • Rai, terminato incontro tra Campo Dall'Orto e Padoan: il manager si è dimesso
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

Perugia, Giornata della Memoria 2015

Perugia, Giornata della Memoria 2015
0 commenti, , articolo di , in Cronaca

PERUGIA, 26 GENNAIO 2015 – In vista della Giornata della Memoria, numerose le iniziative in programma a livello regionale per ricordare le vittime della Shoà: bandiere a mezz’asta in tutti i municipi umbri, secondo le disposizioni della presidenza del Consiglio dei Ministri.

Oggi pomeriggio (ore 17.00), presso la sede del Centro “San Martino” (via del Verzaro, 23), l’Associazione Italia-Israele, il Centro ecumenico e universitario “San Martino” e l’Ufficio diocesano per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso presenteranno nel capoluogo umbro «una storia di vita finora sconosciuta», quella del salvataggio della famiglia dell'ebreo Camillo Montalcini, che negli anni delle persecuzioni razziali abitava a Montefalco, ad opera dei Falchetti di Trevi.

L’incontro, sarà arricchito dalla testimonianza di una delle protagoniste della vicenda ricostruita e illustrata dallo studioso di Storia Patria Gianfranco Cialini. Rileva inoltre, la richiesta avanzata recentemente dai Montalcini per la famiglia Falchetti, allo Yad VaShem, per il riconoscimento di Giusto tra le Nazioni.

«È una bella storia - ha commentato mons. Elio Bromuri, direttore dell’Ufficio diocesano per l’ecumenismo e il dialogo interreligioso e vicario episcopale per la cultura -, che viene ad attenuare l'immensa tristezza dell'atroce tragedia rivissuta anche attraverso documentari televisivi, a dir poco agghiaccianti, trasmessi in occasione della Giornata della Memoria. La storia, riportata alla luce per opera di Gianfranco Cialini, mette in risalto tre aspetti umani fondamentali in ogni epoca e contesto, soprattutto se tragici: l’accoglienza, la condivisione (anche del rischio) e la solidarietà». Si tratta, ha aggiunto, di un «insegnamento-testimonianza sempre attuale, soprattutto in quest’inizio di XXI secolo caratterizzato ancora da odi e violenze tra popoli di culture e fedi diverse».

Domenico Carelli

(Foto: liceoquadri.gov.it)

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image