Sira, l'Unicef lancia allarme: "I bambini di Aleppo sono intrappolati in un incubo" - InfoOggi.it

Breaking News
  • Legge elettorale, Grillo apre al modello tedesco
  • Napoli, omicidio al pub nella Riviera Chiaia
  • Genova, Papa Francesco incontra gli operai dell'Ilva
  • G7: Trump non terrà la conferenza stampa alla conclusione dei lavori
  • Tripoli: assalto al carcere dove è detenuto il figlio di Gheddafi, almeno 52 morti
  • Palermo, bimbo di un anno muore soffocato da un'oliva
  • Rai, terminato incontro tra Campo Dall'Orto e Padoan: il manager si è dimesso
  • Egitto, attacco a cristiani copti: bilancio provvisorio tra i 25 e i 35 morti
  • Il G7 ed i nodi tra Germania ed Usa. Le ragioni del vertice più delicato
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

Sira, l'Unicef lancia allarme: "I bambini di Aleppo sono intrappolati in un incubo"

Sira, l\'Unicef lancia allarme: \
0 commenti, , articolo di , in Estero

ALEPPO, 29 SETTEMBRE 2016 - Almeno 96 bambini stati uccisi ad Aleppo Orientale da venerdì scorso, mentre altri 223 sono rimasti feriti. Sono le terribili cifre fornite dall'Unicef sul dramma che sta vivendo la città siriana, in particolare nella zona sotto assedio da parte delle truppe di Damasco dal 17 luglio. "I bambini di Aleppo sono intrappolati in un incubo", ha dichiarato il vice direttore generale dell' Onu ,Justin Forsyth. "Non ci sono parole per descrivere le sofferenze che questi bambini stanno vivendo", ha aggiunto. 

Il sistema sanitario ad Aleppo Orientale è ormai al collasso, e per 250mila persone sono rimasti soltanto 30 medici, che hanno a disposizione pochissime attrezzature o medicine d'emergenza per curare i feriti. Un medico sul campo ha detto all'Unicef che i bambini con poche possibilità di sopravvivenza troppo spesso vengono lasciati morire perché le scorte sono poche e limitate. "Niente può giustificare un tale violenza sui bambini e una tale non curanza del valore della vita umana. La sofferenza, e il suo impatto sui bambini, è sicuramente la cosa peggiore che abbiamo visto", conclude l'Unicef.

 

Giuseppe Sanzi

(fonte immagine un.org)

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image