Assad riconquista Aleppo. L'Onu denuncia: "Strage di civili" - InfoOggi.it

Breaking News
  • Rigopiano: proseguono le ricerche. La valanga pesa come 4000 tir a pieno carico
  • Serie A: gli anticipi della ventunesima giornata
  • Romano Prodi: il centrosinistra unito non è un'esperienza irripetibile
  • Arezzo: 27 bambini intossicati da monossido di carbonio
  • Cesena, scontro tra quattro auto: un morto e cinque feriti
  • Bus ungherese: tra le vittime i figli del professore eroe
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

Assad riconquista Aleppo. L'Onu denuncia: "Strage di civili"

Assad riconquista Aleppo. L\'Onu denuncia: \
0 commenti, , articolo di , in Estero

ALEPPO, 14 DICEMBRE - Aleppo è un cumulo di macerie. Secondo quanto riferito dal regime siriano e dai russi che lo sostengono, dichiaratisi vittoriosi, il 13 dicembre rappresenterebbe il giorno conclusivo della battaglia.

"Nell'ultima ora abbiamo ricevuto informazioni sul fatto che le attività militari ad Aleppo est sono cessate", afferma l'ambasciatore russo Churkin al Consiglio di sicurezza Onu richiesto d'urgenza da Francia e Regno Unito. Al termine dell'incontro, Churkin spiega ai giornalisti di aver ricevuto la notizia dello stop delle operazioni militari, legato all'avvio di un accordo con cui consentire l'uscita dei ribelli dalla città.

"Non c'è bisogno di operazioni militari perché i ribelli se ne stanno andando. Se tutto va bene, questo vuol dire che la lotta per Aleppo est è finita", chiarisce il diplomatico russo. Secondo la versione fornita da Mosca su quest'intesa, "tutti i militanti, così come i loro familiari e i feriti, attualmente si stanno spostando nei corridoi concordati, nelle direzioni che hanno scelto volontariamente".

Per quanto riguarda i civili, Churkin afferma che essi potranno rimanere in quanto ad oggi sarebbero al sicuro. Intanto il presidente del consiglio locale di Aleppo est, Brita Hagi Hasan, conferma l’intesa ma esprime scetticismo sul rispetto dell’accordo da parte delle forze di Damasco e della Russia. L’evacuazione di civili e combattenti inizierà dalla prima mattina di mercoledì 14 dicembre.

Fonti del governo turco fanno sapere che civili e ribelli che vorranno andarsene potranno farlo su pullman diretti a Idlib sino a mercoledì notte. Poche ore prima della notizia riguardante l'accordo, l'Onu aveva lanciato l'allarme per le atroci violenze in corso ad Aleppo, dove l'esercito di Damasco e le milizie alleate combattevano per riprendere il totale controllo della zona orientale. Rupert Colville, portavoce dell'ufficio Onu per i diritti umani, dichiara che ottantadue civili, tra cui undici donne e tredici bambini, sono stati uccisi in quattro quartieri dell'area ad est della città.

 

Luna Isabella

(foto da contropiano.org)

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image