Morta la donna ferita dal cognato Antonio Canale a Reggio Calabria [Video] - InfoOggi.it

Breaking News
  • Pedofilia: pena scontata per don inzoli
  • Pordenone: il colosso di pizze surgelate Roncadin è in fiamme
  • Aosta, chiuso il traforo del Gran San Bernardo per un crollo
  • Rosatellum bis: depositato il testo della nuova legge elettorale
  • Corea Nord: possibile test bomba H nel pacifico
  • Asp Catanzaro: Uova contaminate pericolose per la salute riscontrate dal servizio veterinar
  • Milano, donna incinta aggredita da un senza tetto
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

Morta la donna ferita dal cognato Antonio Canale a Reggio Calabria [Video]

Morta la donna ferita dal cognato Antonio Canale a Reggio Calabria [Video]
0 commenti, , articolo di , in Cronaca

REGGIO CALABRIA, 20 LUGLIO 2013 - Quattro persone sono rimaste ferite nel corso di una sparatoria avvenuta in serata nel quartiere Arangea, nella periferia cittadina. Il fatto è accaduto intorno alle 20 e ad avere la peggio sembrerebbe sia stata una donna che verserebbe ora in gravi condizioni. Sul posto i sanitari del 118 e le forze dell’ordine che stanno cercando di ricostruire la dinamica dell’azione di fuoco. Da quanto si è potuto apprendere sembra che, dopo una lite, un uomo di 73 anni - già arrestato - abbia esploso alcuni colpi all'indirizzo dei parenti: la cognata, ferita gravemente, ed il nipote. Dopo aver colpito i due avrebbe poi continuato a parare ferendo altre due persone.

21:45 | Sul posto è giunta immediatamente una volante della polizia, il cui equipaggio rischiando di essere colpito è riuscito con estrema professionalità a disarmare e ammanettare l'uomo, che è stato subito condotto in Questura e le cui generalità non sono ancora state rese note. Sul luogo della sparatoria attualmente vi sono gli investigatori della squadra mobile e gli esperti della polizia scientifica, che stanno eseguendo i rilievi del caso.

Quanto alla dinamica dell'accaduto, sembra confermata la tesi della lite familiare che pare tragga origine da vecchi rancori legati ad un parcheggio davanti casa. Il 73enne avrebbe così imbracciato un fucile da caccia facendo fuoco per strada dapprima contro la cognata e, probabilmente in preda alla furia omicida, esplodendo diversi altri colpi di fucile. Ad un certo punto sarebbe addirittura rientrato in casa dove si sarebbe armato di un secondo fucile col quale ha continuato a far fuoco.

Appartengono tutti allo stesso nucleo familiare le quattro persone ferite a colpi di fucile da Antonio Canale, il 74enne che stasera a Reggio Calabria ha fatto fuoco contro la cognata e la sua famiglia per vecchi rancori familiari, pare legati al parcheggio davanti casa.

I feriti sono la cognata dell'aggressore, suo marito, ossia il fratello dello stesso Antonio Canale, e i due figli della coppia, entrambi maggiorenni.

Uno dei due fucili utilizzati da Antonino Canale, il 74enne cha ferito la famiglia del fratello, e' un sovrapposto da caccia. Il fucile e' stato sequestrato dalla polizia. L'uomo ha utilizzato anche un altro fucile, sempre da caccia, che e' stato gia' sequestrato dagli agenti delle volanti che lo hanno arrestato

New ) ORE 23:10 E' morta per le ferite al collo riportate nella sparatoria di cui e' rimasta vittima, la donna colpita questa sera a Reggio Calabria dalle fucilate dal cognato, Antonino Canale. La vittima e' Angela Arcudi di 55 anni, moglie del fratello di Canale. La donna non ce l'ha fatta, a nulla sono valsi i tentativi dei sanitari degli ospedali Riuniti, dove la donna era stata ricoverata insieme al marito e ai due figli maggiorenni, anch'essi feriti, subito dopo la sparatoria di via Arangea

 

Fonte (AGI)

 

Redazione

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image