Usa, presunto hackeraggio russo sul materiale dato a Wikileaks - InfoOggi.it

Breaking News
  • Uber, i giudici hanno deciso: resta attivo
  • Legge elettorale, Grillo apre al modello tedesco
  • Napoli, omicidio al pub nella Riviera Chiaia
  • Genova, Papa Francesco incontra gli operai dell'Ilva
  • G7: Trump non terrà la conferenza stampa alla conclusione dei lavori
  • Tripoli: assalto al carcere dove è detenuto il figlio di Gheddafi, almeno 52 morti
  • Palermo, bimbo di un anno muore soffocato da un'oliva
  • Rai, terminato incontro tra Campo Dall'Orto e Padoan: il manager si è dimesso
  • Egitto, attacco a cristiani copti: bilancio provvisorio tra i 25 e i 35 morti
  • Il G7 ed i nodi tra Germania ed Usa. Le ragioni del vertice più delicato
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

Usa, presunto hackeraggio russo sul materiale dato a Wikileaks

Usa, presunto hackeraggio russo sul materiale dato a Wikileaks
0 commenti, , articolo di , in Estero

 ROMA, 5 GENNAIO - Secondo l'intelligence la Russia ha fornito a Wikileaks materiale hackerato dal Democratic National Committee, principale organizzazione di governo del Partito Democratico statunitense.

Wikileaks è una organizzazione no-profit il cui obiettivo è pubblicare e diffondere informazioni di interesse pubblico, soprattutto informazioni tenute segrete da Stati e multinazionali. Lo scopo ultimo è quello della trasparenza e come definita dal giornalista Andy Greenberg è “macchina che uccide segreti”.

A causa di questo modus operandi è stata accusata più volte di essere irresponsabile o di pubblicare nella massa di documenti anche informazioni che mettevano a rischio delle persone.Da queste premesse parte la preoccupazione americana che trova attendibili le prove fornite dall’intelligence. Così le tre fonti ufficiali americane citate dalla Reuters.


I sospetti erano già latenti da alcuni mesi, infatti più volte durante le elezioni presidenziali americane si sono susseguiti avvertimenti alla Russia affinchè evitasse qualsiasi tipo di intromissione o hackeraggio. Quando trapelarono informazioni sui candidati non fu possibile puntare il dito contro la Russia e la questione cadde per carenza di prove.

 

Laura Carrara

Fonte foto: img.rt.com

 

Laura Carrara

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image