Verhofstadt: "Non c'è terreno comune". L'accordo M5S e Alde salta - InfoOggi.it

Breaking News
  • Giro d'Italia, a Piancavallo vince Landa, Quintana torna in rosa
  • Rai, il Dg Campo Dall'Orto ha rassegnato le proprie dimissioni
  • Rai, terminato incontro tra Campo Dall'Orto e Padoan: dubbi su permanenza del Dg
  • Legge elettorale, torna il patto Renzi-Berlusconi? Salgono quotazioni voto anticipato
  • Segrate, aveva sparato alla testa l'ex moglie e tentato il suicidio: entrambi morti
  • Egitto, attacco a cristiani copti: bilancio provvisorio tra i 25 e i 35 morti
  • Germania-Usa, i difficili rapporti tra Trump e Merkel tra i nodi principali del G7
  • Siria, raid Coalizione a guida Usa: uccisi almeno 35 civili
  • G7 di Taormina, confronto tra i leader. Gentiloni: "Chiediamo risultati"
  • Taranto: approdati 465 migranti
  • Trump: "war room" nella West Wing della Casa Bianca
  • Lamezia Terme, confiscata villa a esponente della 'Ndrangheta
  • Sri Lanka, almeno dieci morti per forte maltempo e valanghe
  • Segrate, spara alla ex moglie e tenta di suicidarsi
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

Verhofstadt: "Non c'è terreno comune". L'accordo M5S e Alde salta

Verhofstadt: \
0 commenti, , articolo di , in Politica

ROMA, 10 GENNAIO - L'accordo Alde-M5S è saltato. “Sono arrivato alla conclusione che non ci sono sufficienti garanzie di portare avanti un'agenda comune per riformare l'Europa. Non c'è abbastanza terreno comune per procedere con la richiesta del Movimento 5 Stelle di unirsi al gruppo Alde”, ha affermato Guy Verhofstadt, capogruppo di Alde e ex primo ministro del Belgio.

Alde, il terzo gruppo più grande e importante del Parlamento Europeo, ha deciso quindi di respingere la richiesta del Movimento 5 Stelle, che avrebbe voluto unirsi ad esso.

“L'establishment ha deciso di fermare l'ingresso del MoVimento 5 Stelle. Questa posizione ci avrebbe consentito di rendere molto più efficace la realizzazione del nostro programma. Tutte le forze possibili si sono mosse contro di noi. Abbiamo fatto tremare il sistema come mai prima”, hanno contestato i pentastellati sul blog di Beppe Grillo.

I Cinquestelle avevano ottenuto il consenso del partito al passaggio nel gruppo Alde attraverso una votazione online sul blog di Grillo. Come si legge sullo stesso, alla votazione “hanno partecipato 40.654 iscritti certificati. Ha votato per il passaggio all'Alde il 78,5% dei votanti pari a 31.914 iscritti.”

Dopo le votazioni, Grillo ha detto “addio” all'alleato del M5S, l'Ukip, ancora prima di sapere l'esito della richiesta di alleanza con Alde.

Chiara Fossati

immagine da www.linkiesta.it

Chiara Fossati

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image