Benevento-Catanzaro 2-0, buona la prima per Carboni [VIDEO]

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
BENEVENTO, 20 GENNAIO 2013 – Esordio bagnato con una bella vittoria per il neo tecnico del Ben...

BENEVENTO, 20 GENNAIO 2013 – Esordio bagnato con una bella vittoria per il neo tecnico del Benevento, Guido Carboni. Battuto 2-0 il Catanzaro di Cozza in un esordio che Carboni non poteva immaginare meglio di com’è avvenuto. Un goal per tempo per sbarazzarsi di un brutto Catanzaro, le reti di Mancosu e Germinale.

Di solito i cambi di allenatore servono per dare una scossa alla squadra, così è stato per il Benevento. Guido Carboni, alla guida dei sanniti da appena due giorni, batte il Catanzaro e conquista una vittoria che consente proprio di scavalcare i calabresi e restituire un po’ di ossigeno all’ambiente che, dopo gli ultimi deludenti risultati, iniziava a farsi pesante. Sanniti che si sono sbarazzati di un Catanzaro irriconoscibile, molto confuso a centrocampo e senza idee. E’ bastato un goal a tempo agli uomini di Carboni per battere questo Catanzaro, con il risultato che poteva essere anche più largo se non fosse stato per le diverse parate del portiere ospite Pisseri. I goal sono stati realizzati da Mancosu (al 29’) e da Germinale (rig. al 77’). Nella ripresa espulsi il giocatore Russotto e il tecnico Cozza, entrambi del Catanzaro. La cronaca.

La prima occasione del match è per gli ospiti. Traversone di Russotto per la testa di Conti che, a botta sicura, si divora la rete dello 0-1 davanti alla porta. Due minuti più tardi il Benevento si vede annullare una rete per una netta posizione irregolare. Al 17’ ci prova Montiel dalla distanza, nessun problema per Pisseri. Al 29’ il Benevento passa. Quadri perde palla a centrocampo, ne approfitta Mancosu che gli ruba palla e calcia magistralmente verso la porta difesa da Pisseri. Nulla da fare per l’incolpevole Pisseri, Benevento avanti 1-0. Passano tre minuti ed è ancora Mancosu a provarci dalla stessa posizione, stavolta il tiro è però fuori misura. Qualcosa nel Catanzaro non funziona e la conferma arriva al 39’, quando Cozza richiama in panchina Castiglia e getta nella mischia Ulloa. Al 43’ ci prova Marotta con un calcio di punizione, Pisseri osserva il pallone spegnersi alto sopra la traversa. Dopo due minuti di recupero si va a riposo con il meritato punteggio di 1-0 a favore dei sanniti.

A inizio ripresa Cozza effettua il secondo dei tre cambi a disposizione, fuori Quadri e dentro Ronaldo. Al 49’ il Catanzaro sfiora la rete con una conclusione di Benedetti che, deviata da un calciatore sannita, si spegne vicinissimo alla porta di Gori. Passa un minuto e il Catanzaro deve dire grazie al suo portiere che, con due strepitosi interventi, chiude la propria porta. Prima devia con i piedi una conclusione di Marotta da distanza ravvicinata, poi si ripete con un altro miracolo sul colpo di testa di Marchi. Con ancora trentacinque minuti più recupero da giocare, Cozza si gioca l’ultimo cambio a sua disposizione. Entra l’attaccante Masini al posto di Benedetti. Al 61’ si mettono male le cose per il Catanzaro. L’assistente di linea fa notare al Direttore di Gara una scorrettezza di Russotto, l’arbitro si avvicina al calciatore giallorosso e lo espelle. Protesta dalla panchina Cozza e anche lui viene espulso dal Direttore di Gara. Gli ospiti rabbiosi dopo l’espulsione provano a farsi sentire e per poco non agguantano il pareggio. Calcio di punizione perfetto di Fiore, è miracoloso l’intervento di Gori che va a togliere il pallone da sotto l’incrocio dei pali. Al 69’ prova a rispondere il Benevento con un tiro di Marotta che però viene bloccato centralmente da Pisseri. Al 74’ è Mancosu che prova a sorprendere Pisseri, ma l’estremo difensore ospite si fa trovare ancora una volta pronto. Al 75’ arriva il primo cambio anche per il neo tecnico Carboni, fuori Marchi e dentro Germinale. Non poteva esserci un cambio più azzeccato, poiché passa appena un minuto e Germinale si procura un calcio di rigore grazie ad un fallo di mano di Conti. Sul dischetto si presenta lo stesso neo entrato che infila Pisseri per la rete del 2-0. Gara in cassaforte per i sanniti. All'82' uno scatenato Germinale cerca il goal che gli regalerebbe la doppietta personale, ma è ancora Pisseri a fermare il giocatore sannita. Si arriva al 93' senza ulteriori sussulti, con i padroni di casa che sono bravi a controllare un agevole 2-0. Benevento in ripresa, Catanzaro di nuovo in crisi.

Di seguito il tabellino della gara assieme ai risultati alla classifica aggiornata:

BENEVENTO – CATANZARO 2-0
(Primo tempo 1-0)

MARCATORI: al 29’ Mancosu (B), al 77’ rig. Germinale (B).

BENEVENTO (4-4-2): Gori; D'Anna (dall’81’ Signorini), Mengoni, Siniscalchi, Anaclerio; Davì, Rajcic, Mancosu, Montiel (dall'84' Cristiani); Marchi (dal 75’ Germinale), Marotta. (Mancinelli, Bolzan, Carotti, Cipriani). All.: Carboni.

CATANZARO (3-5-1-1): Pisseri; Catacchini, Conti, Papasidero; Squillace, Castiglia (dal 39’ Ulloa), Quadri (dal 46’ Ronaldo), Benedetti (dal 55’ Masini), Fiore; Russotto; Fioretti. (Faraon, Bacchetti, Sabatino, Carboni). All.: Cozza.

ARBITRO: Valerio Marini di Roma 1 (Assistenti: Ivano Marco Orsini di Casarano e Giuseppe De Filippis di Vasto).

NOTE – Giornata nuvolosa, terreno di gioco in discrete condizioni. Spettatori 2404 (con una cinquantina di tifosi catanzaresi) per un incasso non comunicato. Ammoniti Anaclerio e Cristiani per il Benevento. Squillace, Papasidero, Catacchini e Conti per il Catanzaro. Espulso al 61' Russotto (C) per aver insultato un assistente dell'arbitro. Angoli /-/. Recuperi p.t. 2' e s.t. 3'.

Risultati della 18^ giornata

Andria BAT
Frosinone 1-0
Barletta Pisa 1-0
Benevento Catanzaro 2-0
Carrarese Sorrento 5-0
Gubbio Perugia 2-3
Latina Nocerina 1-1
Paganese Avellino 4-1
Prato Viareggio 3-0

 

Classifica alla 18^ giornata

Latina 37
Avellino 35
Frosinone 30
Perugia 27
Pisa
27
Nocerina* 27
Prato*
25
Paganese
25
Benevento
23
Viareggio 23
Gubbio
22
Catanzaro 21
Andria BAT 20
Barletta 14
Carrarese 13
Sorrento 12

*= una partita in meno

PENALIZZAZIONI:
Andria BAT -2;
Frosinone, Latina e Perugia -1.

VIDEO: "BENEVENTO-CATANZARO: GLI HIGHLIGHTS"


InfoOggi.it Il diritto di sapere