Catanzaro-Perugia 2-4. Giallorossi confusi e i Grifoni fanno poker [VIDEO]

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
CATANZARO, 24 MARZO 2013 - Il Catanzaro crolla in casa. Perugia autentico padrone del campo. L...

CATANZARO, 24 MARZO 2013 - Il Catanzaro crolla in casa. Perugia autentico padrone del campo. L’undici di Camplone sono ben messi in campo e metteno alle corde i giallorossi già dai primi minuti di gioco. I biancorossi vincono e convincono, con una grandissima prestazione allo stadio “Nicola Ceravolo”. Due espulsioni e sei goal in una partita molto bella, una delizia per gli amanti del calcio. I grifoni portano a casa un bottino di tre punti e volano al secondo posto in classifica alle spalle dell’Avellino, scavalcando il Latina dopo il pareggio in casa contro il Prato.

Unica nota positiva della giornata per il Catanzaro è lo striscione che la curva “Massimo Capraro” ha esposto per il patron giallorosso Giuseppe Cosentino: “La storia, la fede e la passione non hanno bisogno di riflettori e passerelle. Lode a te Cosentino”. Una dichiarazione d’amore dei supporter giallorossi diretta al presidente dopo le polemiche della settimana seguite al Premio Ceravolo.

Ora il Catanzaro deve guardarsi alle spalle. I punti che dividono i giallorossi dal Viareggio (dodicesima in classifica) sono solo due. Due sconfitte consecutive, Frosinone e Perugia, e ben otto goal incassati in sole due partite. I giallorossi, dopo la sosta per le festività pasquali, andranno a fare visita al Prato, mentre i biancorossi andranno a Frosinone. Due match veramente fondamentali per gli obiettivi delle varie squadre ed avvincenti. La cronaca.

Primi minuti in cui le due squadre si studiano. È il Perugia che cerca di affacciarsi timidamente nell’area di rigore al 2’ minuto di gioco, ma la difesa giallorossa è attenta. Al 10’ minuto di gioco, serie di corner per il Perugia. In quello più pericoloso, il secondo per l’esattezza, ci prova Fabinho dalla media distanza ma la sfera finisce sul fondo. Al 14’ minuto prova a farsi vedere il Catanzaro dalle parti di Koprivec, ma nulla da fare Fioretti è in offside. Al 19’ minuto la svolta della partita. Perugia in vantaggio, azione manovrata sulla sinistra, tiro di Moscati che è deviato da Sirignano, Autogol per il difensore giallorosso. Ci prova il Catanzaro, tiro di Russotto ma il tiro finisce sul fondo. Al 32’ angolo per il Perugia, batte Fabinho, schiaccia a terra Mosconi ma la palla è di poco a lato. Al 36’ minuto il Perugia rimane in dieci, espulso il numero 2 Cangi, per fallo a gioco fermo su Sirignano. Al 37’ il Perugia raddoppia. Perde ingenuamente una palla sulla tre quarti Orchi, Politano serve Ciofani e quindi l’allarga per Fabinho che con un cucchiaio supera Pisseri. “Ciccio Cozza” al 42’ getta nella mischia per tentar di rientrare in gara Masini, facendo uscire Squillace. Al 44’ ci prova a riaprire la gara il Catanzaro con Fioretti che penetra in aria dopo una progressione, tiro con Koprivec che ci mette una pezza. Finisce così il primo tempo, Perugia in vantaggio per 2-0.

Inizia la ripresa, e il Perugia al 48’ fa tris con Fabinho. Lancio di Liviero e progressione di Fabinho che entra in area di rigore e batte Pisseri. Al 51’ sostituzione per il Catanzaro, entra Carboni per Benedetti. Ma al 53’ poker del Grifo. Gran goal di Nicco, con una conclusione alla Del Piero, Pisseri non può nulla. Al 60’, piove sul bagnato per il Catanzaro, espulso Ronaldo per proteste. Al 68’ i giallorossi trovano il goal dell’1-4 con Carboni. Un batti e ribatti nell’area di rigore dei biancorossi, arriva Carboni e la mette in rete. Al 76' calcio d'angolo per il Catanzaro, batte Quadri ma Koprivec c'è e ferma tutto. Al 79’ i ragazzi di mister Ciccio Cozza ridimensionano la portata della sconfitta, con il goal di Masini su assisti di Carboni. I giallorossi ci provano, ma nulla da fare, i grifoni portano a casa i 3 punti.

Di seguito il tabellino della gara assieme ai risultati alla classifica aggiornata:

CATANZARO – PERUGIA 2-4
(Primo tempo 0-2)

MARCATORI: al 19’ Autogol Sirignano (C), al 37’ e 48’ Fabinho (P), al 53’ Nicco (P), al 68’ Carboni (C), al 79’ Masini (C).

CATANZARO (3-5-1-1): Pisseri, Orchi, Squillace (dal 42’ Masini), Ronaldo, Sirignano, Bacchetti, Fiore, Castiglia, Benedetti (dal 51’ Carboni), Russotto (dal 61’ Quadri), Fioretti. (Faraon, Narducci, Papasidero, De Risio). Allenatore Cozza.

PERUGIA (4-3-3): Koprivec, Cangi, Liviero, Esposito, Russo, Massoni, Politano (dal 78’ Rantier), Nicco, Ciofani (dall’81’ Tozzi Borsoi), Moscati, Ayres (dal 91’ Garcia). (Pinti, Cacioli, Italiano, Cenciarelli). Allenatore Camplone.

ARBITRO: Saverio Pelagatti di Arezzo (Assistenti: Emanuele Prenna di Molfetta e Lucia Abruzzese di Foggia).

NOTE: Osservato un minuto di silenzio prima dell’inizio dell’incontro per la scomparsa dell’atleta Pietro Mennea. Giornata nuvolosa a Catanzaro con un terreno di gioco in perfette condizioni. Spettatori 3500 circa (un centinaio i tifosi del Perugia) per un incasso non comunicato. Ammoniti Bacchetti per il Catanzaro. Liviero, Russo e Massoni per il Perugia. Espulsi Cangi per il Perugia al 36’ e Ronaldo per il Catanzaro al 60’. Recuperi p.t. 3’ e s.t. 4’. 

Risultati della 25^ giornata
Andria
Viareggio
2-1
Avellino
Nocerina
Lunedi
Barletta
Sorrento
0-0
Catanzaro
Perugia
2-4
Gubbio
Carrarese
0-1
Latina
Prato
1-1
Paganese
Benevento
0-0
Pisa
Frosinone
2-1

 

 

 

 

Classifica alla 25^ giornata
Avellino 
48
Perugia
46
* Latina    
45
Nocerina 
43
Frosinone
38
Benevento
38
Pisa
37
Prato
32
Gubbio
32
Catanzaro
32
* Paganese
31
Viareggio
30
Andria
28
Barletta
17
Sorrento
17
Carrarese
16

*= Una gara in meno

PENALIZZAZIONI:
Andria BAT -2;
Frosinone, Latina e Perugia -1.
*Paganese-Latina dovrà essere rigiocata


CATANZARO-PERUGIA: CARBONI IN SALA STAMPA

 CATANZARO-PERUGIA: COZZA IN SALA STAMPA

 CATANZARO-PERUGIA: GLI HIGHLIGHTS

 CATANZARO-PERUGIA: IL PRESIDENTE COSENTINO IN SALA STAMPA

 

InfoOggi.it Il diritto di sapere