• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Rossi: in un mese piano riduzione costi regione

Toscana

FIRENZE- La Toscana si prepara ai tagli in Regione per un totale di 320 milioni di euro. Il Presidente Enrico Rossi ha annunciato che entro un mese sarà pronto un piano per la riduzione dei costi della Regione.

Il governatore ci tiene a precisare e a rassicurare i cittadini impiegati nelle attività comunali, provinciali e comunali dichiarando: "Con la manovra  non si colpiscono i costi della politica o si contengono le dinamiche salariali del pubblico impiego: su tutto questo si puo' e si deve trovare soluzioni. Mi permetto di dire che la Toscana non è seconda a nessuno in questo lavoro di contenimento delle spese gestionali. [MORE]

Prendo l'impegno a presentare entro un mese un piano serio che continui a ridurre i costi, aumentare le efficienze, razionalizzare ed eliminare laddove ci sono doppioni e ridondanze''.

Il Presidente si dice disposto ad adeguarsi alla manovra attutata dal governo  andando a ridurre e a tagliare tutto ciò che non è 'spesa produttiva' ma non evita di mostrare il rammarico per quanto richiesto dal Governo ad una regione come la Toscana che ha sempre cercato di contenere il proprio bilancio. Dichiara infatti che "anche ipotizzando, per assurdo, di abolire la democrazia non arriveremmo a pareggiare il taglio di 320-350 milioni. E naturalmente noi difenderemo la democrazia''.

Annuncia poi di non poter assicurare nè garantiere tutti i servizi che fino ad oggi la toscana ha potuto erogare: "Cosi' noi non possiamo farcela. E' una manovra insostenibile, non per il funzionamento della Regione ma per i servizi che devono essere garantiti ai cittadini: è un colpo portato in maniera esiziale allo stato sociale''.