Argentina, nuova mossa della Banca Centrale contro il superdollaro.

by Daniele Basili in Economia15/05/2018
Condividi Tweet Pin it

MILANO, 15 MAGGIO 2018 - Nuova mossa straordinaria del governo argentino, fortemente impegnato ad arginare il pericoloso apprezzamento del dollaro rispetto alla valuta nazionale. Per il secondo giorno consecutivo, la Banca Centrale argentina ha offerto in vendita 5 miliardi di dollari al prezzo di 25 pesos l'uno.

L'obiettivo della mossa senza precedenti è quello di evitare una fuga verso il dollaro dei detentori di bond a corto termine in pesos - i Lebac - metà del quali sono in scadenza oggi, per un totale di 28 miliardi di dollari.

Secondo stime degli analisti, se almeno il 30% dei Lebac in scadenza oggi non venissero rinnovati, la situazione per il peso si complicherebbe ancora di più.

Ieri, il tasso di cambio ha chiuso a 25,51 pesos, segnando un un nuovo record storico del prezzo del dollaro in Argentina. La valuta statunitense ha registrato una crescita del 7,5% in sole 24 ore, la più forte da quando il presidente Mauricio Macri ha eliminato il controllo del mercato cambiario, a fine 2015.

Macri ha già chiesto una linea di credito al Fondo Monetario Internazionale per affrontare questa nuova crisi.

Daniele Basili

immagine da thebubble.com