Trovato cadavere carbonizzato sotto auto, ucciso e bruciato - InfoOggi.it

Breaking News
  • Fiammetta Borsellino: 13 domande per la verità
  • Annullato lo sciopero dei controllori degli aerei di ENAV
  • Naufragio nel Mediterraneo: una sola donna sopravvissuta
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

Trovato cadavere carbonizzato sotto auto, ucciso e bruciato

Trovato cadavere carbonizzato sotto auto, ucciso e bruciato
0 commenti, , articolo di , in Cronaca

REGGIO CALABRIA, 13 GENNAIO - I resti di un cadavere carbonizzato sono stati trovati stamani, a Reggio Calabria, sotto un'automobile Peugeout 206 incendiata. A trovarlo, in Piazzetta Modenelle, nel quartiere Arghillà, sono stati gli agenti della Polizia di Stato.



La prima ipotesi degli investigatori è che il cadavere sia del proprietario della vettura, un incensurato di 69 anni, di cui non è stato ancora fornito il nome.

Gli investigatori invece non sembrano avere dubbi sul fatto che si tratti di un'omicidio. Secondo la prima ricostruzione della polizia, l'uomo potrebbe essere stato ucciso e il corpo sarebbe stato chiuso nel bagagliaio della vettura cui poi è stato dato fuoco. Le fiamme ed il calore hanno sciolto il vano per cui i resti sono poi caduti sull'asfalto, sotto la vettura.

La squadra mobile ha avviato le indagini per identificare con certezza l'identità della vittima e risalire a movente e autori del delitto.

Sarebbe di un pensionato incensurato di 69 anni il corpo rinvenuto carbonizzato stamattina sotto un'autovettura incendiata nel quartiere di Arghilla', estrema periferia a nord di Reggio Calabria.

Secondo le prime risultanze investigative il cadavere carbonizzato sarebbe infatti del proprietario dell'autovettura, una Peugeot 206 rinvenuta dagli agenti delle volanti in piazzetta Modenelle.

L'uomo, Antonio Barresi, vedovo, incensurato, ex dipendente delle Ferrovie dello Stato, residente a Villa San Giovanni, al momento non e' stato trovato dalla Polizia, che ritiene quindi molto probabile che sia lui la vittima. Proseguono le indagini della squadra mobile diretta dal primo dirigente Francesco Ratta'

Redazione

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image