Carpi, rubano due autobus e si schiantano contro la scuola chiusa - InfoOggi.it

Breaking News
  • Turchia, raid aerei contro basi curde in Siria e Iraq
  • Torino, arrestato uomo di 29 anni per terrorismo. Pianificava attentati
  • Corea del Nord, ancora tensione con gli Usa
  • Alitalia, al referendum vince il No
  • Gli Usa non escludono raid in caso di un test nucleare della Corea del Nord
  • Gabriele Del Grande in Italia: "Sto bene, non ho ancora capito perché sono stato fermato"
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

Carpi, rubano due autobus e si schiantano contro la scuola chiusa

Carpi, rubano due autobus e si schiantano contro la scuola chiusa
0 commenti, , articolo di , in Cronaca

CARPI, 21 APRILE - Hanno rubato cinque autobus e due di questi si sono schiantati la contro la scuola chiusa: uno ha sfondato il cancello esterno, l'altro invece è finito contro l'ingresso principale dell’istituto creando diversi danni. L'episodio è avvenuto nella notte a Carpi, in provincia di Modena. I ladri hanno prima fatto incursione al deposito dei bus 'Arianna' della città emiliana, e poi si sono scagliati contro l'istituto superiore, tecnico-commerciale 'Meucci'. 

Sul posto, oltre ai carabinieri e ai vigili del fuoco, si è recato anche il sindaco di Carpi, Alberto Bellelli. Per il momento l’identità dei malviventi è ancora sconosciuta ma non viene esclusa nessuna ipotesi. La scuola resterà chiusa con la sospensione delle lezioni.

Il primo cittadino ha definito l’episodio di questa notte "gravissimo". "Spero - ha dichiarato - che i carabinieri trovino presto i responsabili. E che questi ricevano una punizione esemplare. Non siamo di fronte ad un semplice atto di vandalismo né a una ragazzata: chiunque abbia rubato cinque minibus utilizzandone due per fare danni di questa gravità ha commesso un atto criminale e pericoloso per la propria incolumità e per quella di tutti gli altri cittadini".

"Abbiamo portato la nostra solidarietà alla dirigente del 'Meucci' perché il fatto va anche a colpire un luogo simbolo dove si cerca di formare le giovani generazioni al senso civico e di comunità. Attendiamo di sapere dalla Provincia di Modena, proprietaria dell'immobile, quando i ragazzi potranno tornare a lezione. E auspico che siano gli stessi studenti a reagire con fermezza contro chi ha danneggiato la loro scuola".

 

Giuseppe Sanzi

(fonte immagine gazzettadimodena.gelocal.it)

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image