Catanzaro. Comune e Sieco presentano l’app sulla corretta raccolta differenziata. Video
Scienza & Tecnologia Calabria Catanzaro

Catanzaro. Comune e Sieco presentano l’app sulla corretta raccolta differenziata. Video

mercoledì 20 aprile, 2022

Comune e Sieco presentano l’app per informare i cittadini sulla corretta raccolta differenziata e combattere gli abbandoni dei rifiuti / abramo: “Catanzaro modello positivo assunto come riferimento su scala regionale”

CATANZARO, 20, APR.- Un’applicazione realizzata per incrementare la partecipazione dei catanzaresi alla raccolta differenziata. L’amministrazione comunale e la Sieco ampliano la propria rete e puntano a migliorare ulteriormente la raccolta differenziata porta a porta con SiecoApp – Separa e Risparmia, gratuitamente scaricabile su qualsiasi smartphone (con sistemi operativi Apple o Android) o computer (basta essere collegati a internet).


 

“Catanzaro ha da tempo superato il 70 percento nella raccolta differenziata, ma non ha alcuna intenzione di fermarsi e uno strumento del genere, liberamente scaricabile e consultabile da tutti, serve proprio a questo scopo”, ha sottolineato il sindaco Sergio Abramo presentando l’iniziativa insieme all’amministratore unico di Sieco, Marco Vasienti. “Nel settore dei rifiuti – ha proseguito il primo cittadino - l’Ato di Catanzaro è da tempo un modello positivo, assunto anche come riferimento su scala regionale, e il territorio potrà ancora di più beneficiarne con la realizzazione del nuovo impianto di Alli, in fase di aggiudicazione, ed i tanti investimenti previsti con i fondi del Pnrr”.

Sviluppata da Leonardo software srl, l’app di Sieco raggruppa i 9 servizi di base della raccolta differenziata.

- COME: l’eco-vocabolario delle categorie di rifiuti per rilevarne il corretto conferimento.

- SCANSIONA: inquadrando un codice a barre (sono già censiti 50mila) con la fotocamera del proprio smartphone viene mostrato come conferire correttamente il prodotto o, in sua assenza, si può inserire direttamente proponendo il conferimento adatto.

- QUANDO: il calendario aggiornato per le utenze domestiche e non.

- RITIRO: un modulo da compilare per chiedere il ritiro a domicilio gratuito di un rifiuto ingombrante che verrà elaborato dal servizio clienti di Sieco.

- SEGNALAZIONE: con cui segnalare abbandoni o mancato ritiro di rifiuti, necessità di diserbo e altro.

- DOVE: i punti di interesse legati alla differenziata, dai contenitori per gli olii usati ai cestini per deiezioni canine, da quelli per batterie esauste o medicinali scaduti agli uffici comunali o di Sieco.

- NEWS: il canale contenente gli eventi legati alla differenziata.

- CCR: la sezione specifica del Centro comunale di raccolta di viale Magna Graecia, nella quale è prevista anche la prenotazione per i conferimenti assistiti nell’isola ecologica.

“Un’app al passo coi tempi, con una nuova interfaccia per le utenze domestiche e commerciali, per andare incontro alle esigenze della cittadinanza e fornire informazioni utili soprattutto riguardo al corretto conferimento di particolari tipologie di rifiuto”. Così è intervenuto l’amministratore unico di Sieco, Marco Vasienti, specificando che il nuovo strumento consentirà, tra le altre funzioni, di “geolocalizzare gli abbandoni sul territorio, prenotare il ritiro di ingombranti, individuare l’ubicazione dell’isola ecologica, consultare il calendario della raccolta”.

Luigi Siciliani, responsabile direttore del cantiere Sieco, ha aggiunto che “il traguardo del 70 per cento di differenziata, la percentuale più alta in Calabria, è un risultato frutto della sinergia tra l’azienda, le strutture comunali coinvolte e la cittadinanza. La vera criticità da superare ora è quella degli abbandoni, che stiamo combattendo anche con la collaborazione della Polizia locale. Vogliamo aprirci di più ai cittadini e, con loro, raggiungere obiettivi più alti”.

“In quasi dieci anni, partendo da zero e con i rifiuti in mezzo alle strade – ha sottolineato Abramo -, abbiamo ottenuto risultati importantissimi e affatto banali. Siamo il primo capoluogo calabrese per percentuale di raccolta differenziata, ma soprattutto abbiamo educato i catanzaresi, che sono stati bravissimi e disponibili fin dall’inizio, a una pratica fondamentale che è diventata, ormai, abitudine consolidata per la stragrande maggioranza di noi. Un’app del genere serve a facilitarne ancora di più la diffusione e agevolare il dialogo fra amministrazione, società che gestisce la raccolta e cittadini. Sono sicuro – ha concluso il sindaco – che l’introduzione di questo strumento sarà apprezzata e molto, ma molto utile”.

Autore