• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Comitato Plebiscito.eu lancia referendum per chiedere se i cittadini vogliano indipendenza Veneto

Veneto

VENEZIA, 20 MARZO 2014- Si tratta di un referendum autogestito quello in corso in tutto il Veneto per chiedere ai cittadini se vogliono che la Regione sia o meno indipendente rispetto all’Italia. L’iniziativa è stata lanciata dal comitato venetista “Plebiscito.eu” e si concluderà il 21 marzo con la pubblicazione dei risultati.
 

Sull’onda di quanto sta succedendo in Crimea probabilmente, anche i separatisti veneti hanno pensato di indire una consultazione alla quale possono partecipare i cittadini di tutta la Regione. Stando ai dati diffusi dal comitato stesso “alla fine del secondo giorno della consultazione online, per telefono o in appositi gazebi per il referendum per l'indipendenza del Veneto, hanno espresso la loro opinione già 700.837 le persone. È Vicenza la provincia con più affluenza (oltre 182.000 elettori), seguita da Treviso (179.000), Padova (166.000), Venezia (143.000), Verona (92.000), Belluno (28.000) e Rovigo (29.000)”.
 

Il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, interpellato in merito dalla stampa internazionale, ha smentito la notizia che si trattasse di un referendum indetto dalla Regione stessa. “Questo referendum consultivo sull’indipendenza non è fatto dalla Regione ma da un gruppo di venetisti che si chiama Plebiscito. È lodevole” commenta Zaia, leghista e promotore dell’idea di separazione del Veneto dall’Italia “ma non l’abbiamo organizzato noi è non ci intestiamo successi di altri. Un milione di voti? Probabile, più o meno certificati non lo so dire, chiedetelo a loro. Resta il fatto che questo è un piano politico mentre io vi voglio parlare di cosa stiamo facendo noi sul piano istituzionale. Ci sono due progetti di legge e vogliamo arrivare a un referendum condiviso, ci bastano i voti di 31 consiglieri su 60 per farlo partire. L’indipendenza non si fa oggi e forse neanche domani, è un sogno. Ma anche Mazzini sognava”.
 

A parlare dell’iniziativa più che la stampa nazionale ci hanno pensato i media esteri. La tv statale russa Vesti 24 ha trasmesso un servizio dove si annunciava che oltre “la metà dei veneziani non è contraria che la loro regione, un tempo chiamata Grande Repubblica Veneziana, diventi uno stato indipendente”; anche l’inglese Bbc ha postato un servizio on-line, visto che presto anche nel Regno Unito si terrà il referendum per l’indipendenza della Scozia.
 

Federica Sterza
[MORE]