Compivano raid e furti nei cantieri della Sicilia, 9 arresti - InfoOggi.it

Breaking News
  • Nuovi sbarchi di migranti nel sud Sardegna
  • Mediobanca acquisisce il 69% della svizzera Ram Active Investments
  • Maltrattamenti in asilo Vercelli, arrestate 3 maestre "Sberle, strattoni e trascinamenti"
  • Donna violentata e segregata per dieci anni a Lamezia Terme: arrestato cinquantenne
  • Black Friday, il centro Amazon a Piacenza annuncia lo sciopero
  • Mladic condannato per crimini di guerra dal Tribunale dell'Aja
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

Compivano raid e furti nei cantieri della Sicilia, 9 arresti

Compivano raid e furti nei cantieri della Sicilia, 9 arresti
0 commenti, , articolo di , in Cronaca

CEFALU', 17 OTTOBRE 2017 - I Carabinieri della compagnia di Cefalù hanno sgominato una banda specializzata in furti di mezzi da cantiere in tutta la Sicilia. Sono 9 le persone arrestate nell'ambito dell'operazione denominata "Triade", che si è svolta tra le province di Catania, Messina, Agrigento e Siracusa.



I militari, con la collaborazione dei colleghi dei territori coinvolti, hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip di Termini Imerese su richiesta della Procura della Repubblica, per furto aggravato in concorso, ricettazione e riciclaggio, reati commessi a partire dal 2015.

Le indagini sono iniziate nel 2015, a seguito del furto di alcuni autocarri e veicoli da cantiere all'interno di depositi e magazzini edili ubicati lungo la fascia costiera, tra i Comuni di Cefalù e Campofelice di Roccella.

Secondo gli investigatori, sei degli arrestati erano preposti all'individuazione e alla selezione degli obiettivi da colpire e dei mezzi da rubare, e procedevano materialmente alla commissione dei furti. Due, invece, avevano il compito di rivendere la refurtiva ad altre imprese, spesso - ma non sempre - ignare della provenienza illecita dei beni comprati. L'ultimo, infine, riciclava i profitti mediante la creazione di documentazioni e attestazioni false, come fatture e certificati di conformità.

Le indagini hanno permesso di accertare almeno una decina furti a loro carico in tutto il territorio siciliano, ai danni di imprenditori edili e società operanti nel settore, per un danno complessivo di oltre mezzo milione di euro, nonchè di recuperare parte dei mezzi rubati per un valore di circa 300.000 euro.

Daniele Basili

immagine da videocitta.it

Daniele Basili

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image