Coppa Italia Lega Pro, Messina-Catanzaro 1-0: scontri e feriti fuori dallo stadio

Scarica in PDF
MESSINA, 28 AGOSTO 2013 - In giornate come quella di oggi le partite di calcio passano decisamente i...

MESSINA, 28 AGOSTO 2013 - In giornate come quella di oggi le partite di calcio passano decisamente in secondo piano. Nel 2013 siamo ancora costretti a parlare di scontri tra tifoserie all’esterno degli stadi. E’ successo anche questo pomeriggio, tra i tifosi del Messina e quelli del Catanzaro.

Al San Filippo, all’inizio del match, erano presenti circa 400 tifosi biancoscudati, ma molti hanno abbandonato gli spalti all’arrivo degli ultras giallorossi calabresi. Gli scontri si sono verificati durante la gara all’esterno dell’impianto messinese. Secondo le prime ricostruzioni, ancora da confermare, i tifosi di casa avrebbero aggredito i tifosi ospiti che stavano giungendo allo stadio. Tra l’altro, scortati dalle Forze dell’Ordine che subito dopo hanno dovuto utilizzare i lacrimogeni per disperdere i tifosi di casa, bloccando la sassaiola. Purtroppo ci sono da segnalare diversi feriti fra i tifosi del Catanzaro, per molti di loro è stato necessario il trasporto in ospedale. Danneggiate anche diverse auto civili assieme a un mezzo delle Forze dell’Ordine. Non ci sono altri commenti da fare in merito. Per dovere di cronaca, andiamo comunque a raccontarvi ciò che è accaduto in campo con il Messina che ha battuto il Catanzaro e si qualifica al Primo Turno della Coppa Italia Lega Pro 2013/2014. Catanzaro che può ancora sperare di qualificarsi come migliore seconda, ma bisognerà attendere lo svolgimento delle altre gare. La cronaca.

Primi quindici minuti di gioco dai ritmi abbastanza blandi, in cui si vede più Catanzaro che Messina. La prima, vera occasione del match capita sui piedi del giovane giallorosso Petrone. Gran destro al volo il suo, palla di poco fuori dallo specchio della porta. Al 22’ il Catanzaro sfiora per la seconda volta la rete del vantaggio. Fiore percorre quasi tutto il campo e semina mezza squadra peloritana, giunto davanti a Lagomarsini si lascia ipnotizzare. Il suo sinistro sul secondo palo viene neutralizzato in uscita dall’estremo difensore siciliano. AL 27’ il Messina prova a farsi vedere dalle parti di Scuffia. Bel contropiede imbastito da Buongiorno e Chiaria, quest’ultimo serve Costa Ferreira che entra in area dalla destra e prova un diagonale destro sul primo palo che però non impensierisce l’estremo difensore calabrese. Alla mezz’ora ci prova ancora il Messina ma il tiro di Buongiorno, dall’interno dell’area di rigore giallorossa, viene deviato in corner. Al 40’ l’episodio che cambia la partita. Costa Ferreira serve Chiaria che con una bella rovesciata colpisce prima il palo interno e poi trova la rete del vantaggio per i suoi. Il primo tempo termina dopo un minuto di recupero, con il punteggio che premia un po’ eccessivamente i padroni di casa.

Le squadre rientrano in campo con gli stessi ventidue che hanno disputato il primo tempo. Al 52’ provano a pungere gli ospiti. Petrone entra in area dall’out di destra e nel tentativo di crossare un pallone basso in mezzo, viene fermato da Lagomarsini che blocca la sfera. Al 64’ ancora Catanzaro, Germinale ci prova con un destro rasoterra che termina fuori di poco. Non si placa il pressing degli ospiti, e infatti quattro minuti più tardi Silvestri anticipa di un soffio il giovane Petrone da posizione interessante. Fino alla fine del match c’è poco da segnalare, se non la girandola di cambi effettuata dai due tecnici e i bruttissimi scontri di cui abbiamo parlato poco fa. Nella giornata di domani, intanto, si attenderà l’esito della riunione che si svolgerà a Firenze tra la Lega e i rappresentati delle Società. SI cercherà di annullare lo sciopero indetto dai calciatori. Dopo tale riunione sapremo se il Campionato di Lega Pro prenderà o meno il via domenica, oppure dovremo ancora attendere una settimana in più.

Di seguito il tabellino della gara assieme alla classifica finale aggiornata:

MESSINA – CATANZARO 1-0
(Primo tempo 1-0)

MARCATORI: al 40’ Chiaria (M).

MESSINA: Lagomarsini, Caiazzo, De Bode, Di Stefano, Silvestri, Bucolo (dal 61’ Maiorano), Simonetti, Quintoni, Costa Ferreira, Buongiorno, Chiaria (dal 65’ Corona). All.: Catalano.

CATANZARO: Scuffia, Calvarese, Squillace (dal 66’ Voci), Benincasa, Orchi, Mallamaci, Casini, Ferraro, Germinale (dal 73’ Ottobre), Fiore (dal 79’ Spagnolo), Petrone. All.: Brevi.

ARBITRO: Salvatore Guarino di Caltanissetta (Assistenti: Daniele Argento di Palermo e Alessandro D’Annibale di Marsala).

NOTE – Giornata calda e soleggiata, terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori 400 circa (una quarantina quelli del Catanzaro) per un incasso non comunicato. Ammoniti Simonetti e Bucolo per il Messina. Mallamaci, Germinale e Orchi per il Catanzaro. Recuperi p.t. 1' e s.t. 4'.

CLASSIFICA FINALE DEL GIRONE "P"

Messina 6
Catanzaro 3
Vigor Lamezia 0

 

Giovanni Cristiano

InfoOggi.it Il diritto di sapere