Copyright, il Parlamento europeo approva la riforma. Tajani: "Fine del far west digitale"

16
Scarica in PDF
BRUXELLES, 13 SETTEMBRE - Il Parlamento europeo ha approvato ieri la proposta di riforma della legge...

BRUXELLES, 13 SETTEMBRE - Il Parlamento europeo ha approvato ieri la proposta di riforma della legge sul copyright: 438 i voti favorevoli, 226 i contrari e 39 gli astenuti. Gli eurodeputati della Lega e del M5S hanno votato compatti contro. A favore si è invece espressa la maggioranza dei Popolari e dei Social-democratici. Spaccature nel gruppo dei Liberali, nell'Ecr e nell'Efdd, di cui fanno parte gli eurodeputati del Movimento. Spaccato anche il gruppo delle destre Enf, di cui fa invece parte la Lega. 

“È un buon segnale per l'industria creativa e culturale europea", ha dichiarato il relatore del provvedimento, il popolare tedesco Axel Voss. "La direttiva sul diritto d'autore è una vittoria per tutti i cittadini. Per il presidente del Parlamento europeo, Antonio Tajani, “il Parlamento ha scelto di difendere la cultura e la creatività europea e italiana, mettendo fine al far west digitale”.

L'obiettivo, adesso, si sposta verso l’approvazione del testo finale, che sarà frutto dei negoziati con il Consiglio e la Commissione. Il coro di Andrus Ansip e Mariya Gabriel, rispettivamente vicepresidente della Commissione Ue al mercato digitale e commissario al digitale, è unanime: il testo finale dovrà essere “equilibrato e positivo” e consentire “una vera modernizzazione della legislazione sul copyright di cui l'Europa ha bisogno”, con “benefici tangibili per cittadini, ricercatori, educatori, scrittori, artisti stampa e musei".

Claudio Canzone

Fonte foto: genova.it

 

InfoOggi.it Il diritto di sapere