Cronache Pongistiche Sardegna del 12 dicembre 2018

284
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
CAGLIARI, 12 DICEMBRE 2018 - IL TROFEO INTERNAZIONALE CITTA’ DI NORBELLO VA AVANTI IMPERTERRITO A ...

CAGLIARI, 12 DICEMBRE 2018 - IL TROFEO INTERNAZIONALE CITTA’ DI NORBELLO VA AVANTI IMPERTERRITO A BRACCETTO CON I PARALIMPICI

Mattinata dedicata al paralimpismo, serata al tennistavolo verace. Non si è fatta mancare nulla la società di Tennistavolo guilcerina nell’organizzare la nona edizione del Trofeo Internazionale Città di Norbello che come tradizione, nel giorno dell’Immacolata, ha messo a disposizione di tanti appassionati la struttura di via Azuni. In realtà racchette e palline hanno imperversato con costanza anche nella prima parte del cartellone con la settima edizione del Torneo Ping- Pong Sardegna dedicato agli atleti intellettivo – relazionali che si sono buttati a capofitto sui tanti tavoli dislocati nell’ampio spazio coperto. Si sono registrate presenze dal Principato di Monaco, Spagna e poi Campidano, Sulcis e Sarrabus. Presenti anche due società affiliate alla FITET: TT Quartu e Tennistavolo Sassari.

Dopo tante partite dalla durata di un solo set sono state stilate le classifiche finali. Nel girone giallo solo per un soffio la lanuseina Federica Cuboni (TT Quartu) ha sfiorato il primo posto, arrendendosi al più concreto Guillermo Garcia. Nel girone Blu un altro iberico, Arnau Lopez,è stato il più bravo di tutti. Ma tra una garetta e l’altra i presenti hanno avuto modo di confrontarsi con altre discipline paralimpiche quali Scherma, Tiro con l’Arco, Pesistica e Handbike. Una vetrina importante che si è potuta allestire grazie anche al supporto del CIP Sardegna.

In serata è stato recuperato il Torneo assoluto maschile e femminile che non si era disputato a novembre per l’esiguo numero di iscritti. Questa volta hanno risposto in dieci con le tre donne aderenti che per regolamento sono state “costrette” a misurarsi con i maschietti. In realtà chi partiva come testa di serie n. 1 era Ana Brzan (Tennistavolo Norbello) che, dopo la fase a gironi, incrociando Riccardo Lisci (Muraverese) in semifinale

ha dovuto abbandonare i sogni di gloria. Il neo papà guspinese, invece, non solo ha estromesso la giocatrice triestina, ma ha anche conquistato il Trofeo battendo al quinto set il suo figlioccio Francesco Lai (Muraverese), dopo una finale molto combattuta dove il più giovane medico ha sciupato diverse occasioni per fare sua la contesa. Terzo, affiancato alla Brzan, il pongista Carlo Fois (Il Cancello Alghero). Alla competizione che ha assicurato anche premi in denaro (scaturiti dal totale delle quote d’iscrizione) hanno preso parte inoltre Maurizio Muzzu (Il Cancello Alghero), Massimiliano Broccia (TT Guspini), Eleonora Trudu (Tennistavolo Norbello), Francesco Broccia (TT Guspini), Francesco Ara (Santa Tecla Nulvi), Martina Mura (Tennistavolo Norbello).

Il commento post vittoria di Riccardo Lisci: “Alla vigilia non avrei pensato di superare nemmeno il girone. Ero distrutto, stanco, e poi dopo la mia prestazione scandalosa della settimana precedente in B2, contro il Muravera, non mi aspettavo proprio di vincere qui a Norbello. Anche se da subito l’avevo rimossa dalla mia testa. Ho cominciato a giochicchiare benino e man mano che sono andato avanti ho preso fiducia, specie dopo il match vinto con Carlo Fois. Da lì ho cominciato a crederci. Speravo che anche il mio concittadino e compagno di scuderia Kekko Lai arrivasse in finale per non incrociarlo in semi. Contro di lui è sempre un terno al lotto, non si sa mai a priori chi vincerà. Ho prevalso perché non ho mollato. E forse ha avuto un ruolo importante l’esperienza. Sul 10 – 6 per lui pensavo di perderla. Ha avuto anche la palla sull’11-10 ed invece l’ha sbagliata. Poi nell’ultimo servizio gli anni di pratica in più hanno inciso. Il premio in denaro è una bella cosa, ricordo che a Guspini, circa 30 anni fa in occasione dell’assoluto intitolato alla memoria di Fabrizio Olla diventò una piacevole consuetudine, e all’epoca partecipavano tutti i più forti in Sardegna, stranieri compresi”.

Per l’edizione 2018 il Concorso Fotografico Internazionale “Obiettivo Tennistavolo” aveva come titolo “Tennistavolo Ovunque”. Il primo premio volerà in India, a casa di Maiti Sudip che ha incantato la giuria con l’opera “Roaside Ping-Pong”. Alle sue spalle lo scatto del siciliano Gaetano Testa “Il colpo vincente”. Terzo posto per l’austriaco Helmut Ploberger “Moldovan Dora”.

In serata la dirigenza del Tennistavolo Norbello ne ha approfittato per festeggiare con gli amici più cari il ventennale con ricordi, immagini e party mangereccio.

“Ringrazio veramente tutti coloro che ci sono stati vicini e che apprezzano il nostro operato - ha dichiarato il presidente Simone Carrucciu – e spero che questo connubio col le discipline paralimpiche possa garantire nuovi approcci sportivi per le persone con disabilità”.

RIEPILOGO RISULTATI

TORNEO PING-PONG SARDEGNA

Girone Blu: 1) Arnau Lopez (Spagna); 2) Elisabetta Teroc (Spagna), 3) Fredric Orado (Spagna)

Girone Giallo: 1) Guillermo Garcia (Spagna); 2) Federica Cuboni (Tennistavolo Quartu), 3) Said Escrice e Raul Carbonelli (Spagna)

TROFEO INTERNAZIONALE CITTA’ DI NORBELLO

1) Riccardo Lisci (Muraverese); 2) Francesco Lai (Muraverese), 3) Ana Brzan (Tennistavolo Norbello) e Carlo Fois (Il Cancello Alghero)

ANCHE IL SECONDO STAGE PARALIMPICO STAGIONALE ATTIRA POCHI ATLETI

L’importante è non demoralizzarsi e persistere fino a quando non si ottengono risultati lusinghieri. Difficilmente quando si inizia un percorso nuovo, si può contare su una massiccia adesione e questo il tecnico regionale paralimpico Ana Brzan lo sa benissimo. Anche in occasione del secondo stage regionale i numeri si sono rivelati molto bassi, al punto che solo le società Tennistavolo Norbello e Tennistavolo Quartu si sono presentate nella palestra di via Azuni, a Norbello, domenica scorsa. Ana, aiutata da Martina Mura, ha comunque svolto una sessione di lavoro piena dove i fondamentali della disciplina sono stati studiati a fondo. Allo stage ha partecipato in via eccezionale anche l’intellettivo – relazionale Federica Cuboni, reduce dalle brillanti prestazioni del giorno prima. “Purtroppo si sono viste troppe poche – ha commentato mestamente Ana Brzan - forse perché l’abbiamo fatto coincidere con il ponte dell’Immacolata. Spero che al prossimo le società sarde che allenano i paralimpici rispondano al mio invito. Noi di sicuro continuiamo a lavorare”.

TORNEO GIOVANILE DI TERNI: PIAZZA D’ONORE PER JOHNNY OYEBODE, TERZO POSTO PER LA SARRABESE FRANCESCA SEU

Si abituano a giocare con le realtà pongistiche più disparate d’Italia e a volte collezionano bei podi. Le giovani leve del pongismo sardo rientrano dall’Umbria maggiormente consapevoli delle loro qualità e più consce su come affinare ulteriormente le loro basi.

Chi si è messo maggiormente in mostra al 1° Torneo Nazionale Giovanile a Terni è stato il marcozziano John Michael Oyebode che è andato vicino al successo negli Juniores maschili perdendo al quinto set contro il favorito Andrea Puppo. La nota particolare è che quattro frazioni su cinque si sono concluse ai vantaggi.

Ottimo terzo posto per Francesca Seu del Muravera TT nei Giovanissimi femminili che nel suo percorso incappa in un’unica sconfitta, in semifinale, contro la vincitrice. Nella stessa categoria la sua concittadina Eva Mattana (in forza alla Muraverese) si piazza al decimo posto. Sedicesima Laura Pinna del Tennistavolo Sassari.

Nella omologa categoria maschile ha partecipato Zemgus Lai (Marcozzi) terminandola al posto n. 22.

Tris di maschietti nella categoria Ragazzi: fa meglio Emanuele Cuboni (Sporting Lanusei), rispetto ai due giocatori del Santa Tecla Nulvi Samuele Raggiu e Antonio Murgia. Nel ramo femminile ha poca fortuna Alessandra Stori (Muravera TT) che risulta la più forte del girone consolatorio che le frutta la diciannovesima posizione.

Allievi femminile: dodicesimo posto per serena Anedda (Muravera TT). Ventunesimo per Rossana Ferciug (Quattro Mori Cagliari). Più indietro ancora Martina Bonomo e Francesca Ganau del Tennistavolo Sassari.

Negli Juniores maschile oltre all’argento di Oyebode si registra la decima posizione del suo compagno di scuderia Marco Poma.

Negli Juniores femminile la più forte tra le tesserate in Sardegna risulta Gaia Smargiassi (Tennistavolo Norbello); undicesima Sara Congiu (Muravera TT) che può vantarsi di aver dato l’unico dispiacere della giornata alla vincitrice Favaretto. Altre due componenti della società sarrabese, Aurora Piras e Alice Mattana, si piazzano rispettivamente ai posti 15 e 18. Immediatamente dietro Michela Mura (La Saetta Quartu  S. Elena).

SERIE A1: PRIMA RECUPERI E ANTICIPI, POI ULTIMO IMPEGNO DELL’ANNO

Nel massimo campionato maschile la Marcozzi Cagliari cede sul campo del Verzuolo per 4-1 nel recupero della sesta giornata d’andata. Per il team allenato da Stefano Curcio va a segno solo Gabriele Piciulin. Il 14 dicembre match casalingo per la squadra isolana che al Palatennistavolo di via Crespellani (h. 15:30) ospita il Top Spin Messina, quarta forza del campionato.

Domani invece (13 dicembre) primo impegno casalingo stagionale per il Tennistavolo Norbello che anticipa il match della prima giornata di ritorno proprio contro la formazione siciliana (via Azuni, h. 18:30).

Ultima uscita del 2018 anche per la A1 femminile con il Tennistavolo Norbello che sarà impegnato nel concentramento di Bagnolo San Vito con la seconda e terza giornata di ritorno. Domenica alle 11 primo impegno con il Cortemaggiore, a seguire la gara contro l’Eppan.

LE ALTRE GARE DEL WEEK END

In A2 maschile, nell’ultima giornata d’andata, la Marcozzi riceve il Torre del Greco ultima forza del girone (Via Crespellani h. 15:30).

Al giro di boa anche tutti gli altri campionati nazionali e regionali.

In B1 il Tennistavolo Castrovillari (h. 15:30) sarà di scena a Mulinu Becciu contro la Marcozzi Cagliari. Nel gradino più sotto (B2) solo il Muravera TT resta a casa sua per vedersela contro il Santa Tecla Nulvi (Viale Rinascita, domenica h.10:00). Impegni romani di sabato sera per Il Cancello Alghero e Muraverese rispettivamente in casa del King Pong e Il Castello.

Scontro d’alta quota per la capolista Muraverese nel girone O della C1 che sabato gioca nella Capitale contro la Roma 12. Al salone Enaoli di Iglesias sabato sera derby tra i padroni di casa dell’ITC Enrico Fermi e il Tennistavolo Sassari (h. 16:00). Scontro domenicale per il Tennistavolo Norbello  opposto all’Eos Roma.

Nel campionato regionale di C2 in evidenza il big match tra la capolista TT Guspini e la vice La Saetta Quartu (domenica, palazzetto dello Sport n. 2). Match di alto livello anche tra terza e quarta forza a Decimomannu tra la compagine di casa e il Monserrato (sabato, h.17:00 via Eleonora d’Arborea).

Anche nel girone A della D1 si chiude il girone d’andata con un incontro di vertice: a sfidarsi Muravera Tennistavolo e Azzurra Cagliari rispettivamente seconda e prima della classe (Viale Rinascita, sabato h: 16:30).

Nel girone del centro nord a sua volta non si scherza con le due capolista Tennistavolo Sassari e Santa Tecla Nulvi che sabato si sfidano per il titolo di campione d’inverno (Corso Cossiga, h. 17:00).

In campo anche i 5 gironi della D2.

CORSO ASPIRANTI GIUDICI ARBITRI: AL VIA IL PRIMO CICLO DI LEZIONI CURATO DALL’INTERNAZIONALE EMILIA PULINA

 Grazie alla buona volontà e alla passione dell’arbitro internazionale Emilia Pulina anche in Sardegna è partita la prima tranche del corso per Aspirante Giudice Arbitro. Domenica scorsa, presso la sede di via Grosseto a Cagliari si sono presentate le prime otto persone, ma ne sono previste altrettante per l’incontro successivo che è stato fissato per il 3 febbraio 2019. Durante le prime ore di lezione Emilia Pulina ha illustrato, attraverso anche l’ausilio di un corposo numero di dispense, quali sono le mansioni basilari di chi ha intenzione in futuro di dirigere gare di tennistavolo. Sottoposta a numerosi quesiti da parte dei discenti ha preso ispirazione anche dalla sua esperienza pluriennale per fornire consigli pratici. Ai corsisti non rimane che affrontare a muso duro le fotocopie in loro possesso e dare inizio ad uno studio sistematico che se andrà a buon fine consentirà al settore arbitrale isolano di riprendere vigore dopo un periodo di crisi vocazionali

Visualizza la fotogallery

InfoOggi.it Il diritto di sapere