Elezioni. Abramo invita i partiti e le liste che lo sostengono a non candidare gli uscenti - InfoOggi.it

Breaking News
  • Amazon: i lavoratori di Piacenza sciopereranno nel Black Friday
  • Civati: non ci sarà alleanza con il PD
  • Strage Rigopiano - Gli indagati ora sono 23
  • Meteo: Ecco il Generale Inverno, previsioni su Nord, Centro, Sud e Isole
  • 'Ndrangheta: questore Reggio, "togliamole il consenso"
  • Nuovi sbarchi di migranti nel sud Sardegna
  • Mediobanca acquisisce il 69% della svizzera Ram Active Investments
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

Elezioni. Abramo invita i partiti e le liste che lo sostengono a non candidare gli uscenti

Elezioni. Abramo invita i partiti e le liste che lo sostengono a non candidare gli uscenti
1 commenti, , articolo di , in Politica

Lezioni. Abramo invita i partiti e le liste che lo sostengono a non candidare gli uscenti che perseguono obiettivi personali e individuali
Dichiarazione del sindaco Sergio Abramo.
CATANZARO, 14 MARZO - “Il vincolo di mandato per gli eletti, dal Parlamento ai Comuni, è soprattutto una questione etica. Se ne discute a livello nazionale, ipotizzando anche provvedimenti legislativi, ma io credo che sia soprattutto compito della politica mandare messaggi chiari e inequivocabili. E proprio in questa ottica che io invito i partiti e le liste di centrodestra che sostengono la mia candidatura di non accogliere nelle loro fila quei consiglieri uscenti che, eletti nel centrodestra, perseguono solo ed esclusivamente obiettivi personali e individuali.



Non ho mai preteso unanimità sulle mie scelte ed ho sempre accolto anche le critiche più aspre sui singoli provvedimenti. Ho sempre rispettato il diritto-dovere della vigilanza democratica da parte dei consiglieri, anche quelli a me più vicini, registrando segnalazioni e denunce. Ma ritengo che, in un clima di antipolitica, il comodo ruolo di lotta e di governo non sia percepito positivamente dall’opinione pubblica.

I consiglieri uscenti sono liberi ovviamente di fare scelte diverse da quelle del sindaco, di non condividere fino in fondo questa esperienza, di contestare atti amministrativi e soprattutto di candidarsi con chi credono più opportuno. La venuta meno del rapporto di fiducia e l’insostenibilità del doppio ruolo di “decidenti” e di “oppositori” costituiscono però  obiettivamente un ostacolo insormontabile per la loro ricandidatura nelle file del centrodestra. Mi auguro che questo mio invito venga accolto con il giusto spirito dai partiti e dalle liste civiche che appoggiano la mia candidatura a sindaco”.

 

Redazione

1 commenti

sergio ha scritto:
14/03/2017, 15:40

Credo tu abbia ragione ma fino a un certo punto. Dovrebbero, i partiti, non ricandidare più quei consiglieri che hanno spesso svolto il doppio ruolo, come tu affermi di "decidente" e di "oppositore" facendo il bello ed il brutto tempo e mettendo talvolta la maggioranza in crisi. Chi ha svolto con onestà intellettuale e coerenza politica il proprio mandato è giusto che venga ricandidato, se lo vuole. Gente onesta, capace, coerente e intelligente ce n'è a sufficienza in Città, ed è a loro che va indirizzato l'invito a candidarsi per il bene di Catanzaro.

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image