GRAECALIS 2022, in scena la tragedia “Agamennone” il 14 Luglio all’Auditorium Casalinuovo di Catanzaro
Societa' Calabria Catanzaro

GRAECALIS 2022, in scena la tragedia “Agamennone” il 14 Luglio all’Auditorium Casalinuovo di Catanzaro

giovedì 30 giugno, 2022

Catanzaro, 30 Giugno - Torna GRAECALIS con l’VIII edizione e torna a soffiare il vento della Parola Antica sulla città di Catanzaro. Negli ultimi due anni, difficili per tutti, il Teatro di Calabria non si è mai fermato. Nel rispetto delle regole anti Covid-19, ha prodotto più di 40 eventi, come ha affermato la presidente Anna Melania Corrado nella conferenza stampa di presentazione, tenutasi ieri nella sala panoramica del Museo MARCA, moderata dalla giornalista Claudia Fisciletti.

La dottoressa Corrado ha poi aggiunto che “la rassegna ritorna alle origini, al suo splendore con cartellone originale e unico, come segno di forza da parte del TdC dopo le difficilissime prove di resistenza affrontate in questi complessi anni”.

“Prendendo spunto dall’insegnamento della tragedia greca, cioè di sperimentare, abbiamo deciso di portare in scena la tragedia “Agamennone” di Vittorio Alfieri. Un’opera che pur mantenendo i personaggi della tragedia classica, è un dramma borghese, intimo. Una tragedia di incredibile scavo psicologico” ha spiegato il professore Luigi La Rosa, autore della riduzione originale del testo.

Grande novità di questa edizione è il debutto alla regia di Salvatore Venuto, attore dotato di doti straordinarie, che interpreterà anche il ruolo di Egisto: “Ho cercato di impostare un rapporto familiare con i miei colleghi, ho apprezzato che si siano resi parte responsabile e ho sempre accettato i loro autorevoli suggerimenti. È stato impegnativo perché ho dovuto curare sia il compito di regista che il ruolo dell’attore, ma l’ho fatto con grande voglia di tornare in scena e motivato dalla qualità del testo”.

“Mi sono dovuto spogliare dagli abiti sontuosi dei personaggi potenti che abitualmente rivesto nelle tragedie classiche, e diventare un buon padre di famiglia”, ha dichiarato Paolo formoso che sarà Agamennone.

Marta Parise ha così spiegato il suo ruolo: “Interpretare Clitennestra è stata una sfida, perché è una donna fortemente alterata dall’amore che prova per Egisto, pronta a mettere in discussione la sua vita. Non è stato facile in quanto è un personaggio animato da sentimenti contrastanti, ma ho lavorato con gran piacere”.

“Elettra è una ragazzina costretta a diventare madre di sua madre. Un personaggio estremamente complesso che mi ha aiutato a fare chiarezza su alcuni aspetti della mia esperienza personale, e per questo è entusiasmante interpretarla”, ha concluso Mariarita Albanese.

Debutto il 14 Luglio e replica l’8 Agosto, all’Auditorium Casalinuovo, location che valorizza l’opera creando un ambiente “borghese” seppur essenziale e atemporale.

Saverio Fontana

Autore