Comunarie di Genova: Grillo frena su Cassimatis, vince Pirondini - InfoOggi.it

Breaking News
  • Brexit, raggiunto l'accordo tra i 27 sulle linee guida. Giovedì la ratifica
  • Mafia, sondaggio shock: per il 47% dei giovani è più forte dello Stato
  • Rai, Cda straordinario per domani. E' scontro su tetto ai compensi e sulle parole di Cantone
  • Arkansas, pena di morte: doppia iniezione letale
  • 25 aprile, liberazione italiana dal regime fascista. Il sacrificio della resistenza
  • Turchia, raid aerei contro basi curde in Siria e Iraq
  • Torino, arrestato uomo di 29 anni per terrorismo. Pianificava attentati
  • Corea del Nord, ancora tensione con gli Usa
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

Comunarie di Genova: Grillo frena su Cassimatis, vince Pirondini

Comunarie di Genova: Grillo frena su Cassimatis, vince Pirondini
0 commenti, , articolo di , in Politica

GENOVA, 18 MARZO - Il leader del M5S Beppe Grillo ha tolto il simbolo del partito a Marika Cassimatis, la candidata sindaco più gettonata alle Comunarie di martedì scorso.

Il motivo è stato esplicitato tramite un post sul blog: "Comportamenti contrari ai principi del M5S prima, durante e dopo le selezioni online del 14 marzo 2017. Mi è stato segnalato, con tanto di documentazione – sottolinea Grillo - che molti, non tutti, dei ventotto componenti di questa lista, incluso la candidata sindaco, hanno ripetutamente e continuativamente danneggiato l'immagine del M5S, dileggiando, attaccando e denigrando i portavoce e altri iscritti, condividendo pubblicamente i contenuti e la linea dei fuoriusciti dai Cinque Stelle; appoggiandone le scelte anche dopo che si sono tenuti la poltrona senza dimettersi e hanno formato nuovi soggetti politici vicini ai partiti".

Cassimatis sarebbe infatti vicina a quella lista denominata 'Effetto Genova' e nata dai fuoriusciti del M5S. "Se qualcuno non capirà questa scelta, vi chiedo di fidarvi di me – fa sapere il leader pentastellato - Non ho nessun interesse se non il bene del Movimento 5 Stelle". Agli iscritti è stata lasciata "la decisione di non presentare nessuna lista per le elezioni comunali di Genova o di presentare la lista, arrivata seconda per un distacco di pochi voti, con Luca Pirondini candidato sindaco".

La votazione si è tenuta dalle 10 alle 19. Ne è risultato vincitore Pirondini con 16.197 voti su 19.959 iscritti. Soltanto 3.762 quelli favorevoli a non presentare alcuna lista. Così la professoressa genovese Marika Cassimatis: "Apprendo ora che la mia lista, ancora fantasma in quanto non pubblicata, uscita vincitrice da una votazione democratica, è stata sconfessata da Beppe Grillo. Ne prendo atto e aspetto che Grillo chiami per spiegarmi questa decisione. Siamo scioccati da questa improvvisa fermata di una procedura democratica che aveva concluso il suo iter.

Sono in attesa di capire i fattori nuovi intervenuti per questa decisione. Genova si è espressa in modo democratico. Sono una attivista già candidata alle elezioni europee e regionali e la presentazione della mia candidatura è avvenuta più di un mese fa. Se c'erano obiezioni potevano dirlo prima – aggiunge Cassimatis -. Grillo contesta la lista di chi mi ha votato, io non li conosco neppure tutti. In nome della trasparenza mi aspetto che mi si dica quali sono gli elementi che hanno portato a questa decisione e rimango disponibile ad un confronto se hanno qualcosa da chiedere".

 

Luna Isabella

(foto da 2duerighe.com)

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image