Dichiarazione Fiorita su integrazione ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” - “Mater Domini”
Politica Calabria Catanzaro

Dichiarazione Fiorita su integrazione ospedaliera “Pugliese-Ciaccio” - “Mater Domini”

sabato 21 maggio, 2022

Integrazione “Pugliese Ciaccio” - “Mater Domini”.  Fiorita: “riequilibrare la commissione è fondamentale. Non spetta al presidente Mancuso bocciare la proposta di modifica della legge istitutiva”

CATANZARO, 21 MAG. - “Tra i compiti del Presidente del Consiglio Regionale non c’è la bocciatura preventiva delle proposte di legge. Le proposte di legge le approva o le boccia il Consiglio regionale. Il presidente Mancuso ha evidentemente un’idea tutta sua delle istituzioni ed ha perso una buona occasione per migliorare la legge sull’integrazione delle Aziende Ospedaliere che nella sua attuale stesura “autorizza” l’inglobamento a senso unico del “Pugliese-Ciaccio” da parte del Policlinico Universitario.

Noi non mettiamo in discussione l’integrazione che è un processo giusto e che potrà portare, se condotto con serietà, ad alzare la qualità dell’assistenza ai cittadini e della formazione dei futuri medici.

La proposta di legge, che mi auguro venga approvata all’unanimità dal Consiglio Regionale nonostante l’entrata a gamba tesa del presidente Mancuso, tende a riequilibrare i rapporti di forza, inserendo una rappresentanza del Pugliese-Ciaccio nella Commissione Paritetica Regione-Università che da qui a dicembre avrà il compito di disegnare la nuova Azienda unica. In più, la figura del sindaco pro tempore è da intendersi come garanzia, essendo egli la massima autorità sanitaria della Città.

Si tratta di un passaggio fondamentale perché la commissione – che oggi vede la sola presenza della Facoltà di medicina – ha dei compiti straordinari: individuare attività, strutture e programmi della nascente Azienda; definire le Strutture assistenziali complesse e i Dipartimenti, individuando quali a direzione universitaria e quali a direzione ospedaliera; valutare il numero dei posti-letto anche in relazione al numero degli iscritti a Medicina.

Certo, ha ragione Mancuso quando dice che noi difendiamo la storia e la tradizione medica del “Pugliese-Ciaccio”, l’alta professionalità dei nostri medici, il lavoro che ogni giorno sul campo gli operatori sanitari svolgono per assistere la popolazione catanzarese e calabrese”.

 Nicola Fiorita

Candidato Sindaco

 

Autore