Istat, aumenta la disoccupazione ma secondo il Governo siamo sulla strada giusta

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA, 28 NOVEMBRE - L'Istat ha pubblicato i dati trimestrali sull'occupazione per il terzo trimestre...

ROMA, 28 NOVEMBRE - L'Istat ha pubblicato i dati trimestrali sull'occupazione per il terzo trimestre di quest'anno. Rispetto all'anno precedente il numero di occupati sale di 122.000 unità, +47.000 al Nord, +98.000 al Centro e -23.000 al Sud. Tra le donne si registra un aumento di 87.000 occupati, ma più forte ancora è quello di lavoratori con più di 50 anni di età (+5.5%).

Scendono gli occupati nel settore delle costruzioni (-60.000) così come il numero di occupati a tempo pieno rispetto al terzo trimestre 2013 (-68.000). Salgono invece i lavoratori impiegati nel settore industriale (+2.3%) e quelli nel settore terziario  (+0,4%, pari a 66.000 unità).

Cresce enormemente il numero di occupati a tempo parziale, in particolare a causa di un part time involontario (+4,9%, pari a 191.000 unità), quello dei lavoratori a tempo determinato (+6.7%) e quello dei collaboratori (+5%).

Se è aumentato il numero di occupati, i dati Istat dicono pure che aumenta costantemente il numero di disoccupati (+166.000 rispetto all'anno scorso), coinvolgendo soprattutto le donne e le persone alla ricerca di un primo impiego. Nel 2013 le persone disoccupate da più di un anno erano il 56.9%, adesso sono il 62.3%. La disoccupazione è salita dall'inizio di quest'anno dello 0.5% fermandosi attualmente a 11.8% (11% per gli uomini e 12.9% per le donne) con una distribuzione territoriale della disoccupazione che vede un 7.8% al Nord, 10.7% al Centro e 19.6% al Sud.

Nonostante questi dati poco confortanti sulla disoccupazione, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei ministri Graziano Delrio ha commentato positivamente "Le chiacchiere stanno a zero, i posti di lavoro aumentano" .

 

Alberto Oliva

 (foto Intermarket&More)

 

 

 

 

 

 

InfoOggi.it Il diritto di sapere