Kobani: interviene la Turchia contro l'Isis

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
KOBANI (SIRIA), 01 NOVEMBRE 2014 - La Turchia ha deciso di intervenire nella lotta contro l'Isis per...

KOBANI (SIRIA), 01 NOVEMBRE 2014 - La Turchia ha deciso di intervenire nella lotta contro l'Isis per aiutare i militari curdi, che stanno cercando di difendere Kobani, territorio della Siria ritenuto strategico per le forze terroristiche. La città era già stata presa d'assalto nei giorni scorsi. I militanti dell'Isis si trovano ora sulla collina di Tel Shair, mentre le forze curde e turche si dirigono ora sui campi di battaglia in jeep.

Nel frattempo, l'ONU ha dichiarato la propria preoccupazione per i militanti stranieri che occupano le file dell'Isis: tantissimi gli europei e gli americani che hanno abbracciato la causa dei terroristi, grazie anche all'appoggio dello Stato islamico.

Sarebbero 15mila le persone provenienti dal cosiddetto "mondo occidentale" che hanno deciso di prendere parte alla lotta nelle file dell'Isis, oppure di predisporre attentati nel proprio Paese (come è accaduto recentemente). La guerra in queste zone continua a mietere vittime: le ultime sono le 150 salme ritrovate in una fossa comune in Medio Oriente.

Le vittime si erano opposte all'Isis e, per ottenere il controllo di questa piccola zona vicino Baghdad, i fondamentalisti non avevano atteso molto per sparare e ricondurre all'obbedienza la popolazione civile. Ora, si attendono riscontri da parte dell'ONU, che continua a monitorare la situazione.

(Foto cbsnews.com)

Annarita Faggioni

InfoOggi.it Il diritto di sapere