La Nasa annuncia la scoperta di un baby buco nero: il più giovane e vicino alla Terra

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
BOLOGNA - Un buco nero nato da appena trent'anni e che rappresenta il più vicino alla Terra m...

BOLOGNA - Un buco nero nato da appena trent'anni e che rappresenta il più vicino alla Terra mai visto. E' questa l'ultima scoperta realizzata per mezzo del telescopio spaziale a raggi X “Chandra”.

Il baby buco nero, come è stato ribattezzato, che prende il nome di SN 1979C, è a "soli" 50 milioni di anni luce dal nostro pianeta e, come si comprende dalla sigla, la sua individuazione risale esattamente al 1979, ad opera di un astrofilo amatoriale. La vera scoperta, consiste tuttavia nella definizione della giovane età del corpo celeste, che va così ad aggiungere un nuovo interessante tassello allo studio dell'evoluzione dei buchi neri, presenti in quantità indubbiamente maggiori rispetto a quanto ipotizzato in passato.

Il coordinatore della ricerca, Daniel Patnaude, del Centro americano Harvard-Smithsonian per l'Astrofisica, ha sottolineato con entusiasmo la scoperta, evidenziando come per la prima volta si sia potuta osservare l'evoluzione di un "buco nero", sin dalla sua formazione, avvenuta in seguito all'esplosione di una stella nella galassia M100.

«30 anni fa è esplosa una stella in una galassia vicina alla nostra e i dati presentati oggi confermano che queste esplosioni sono il modo in cui nascono stelle neutroni e buchi neri», ha spiegato Luigi Stella, del comitato scientifico dell' Istituto Nazionale di Astrofisica (Inaf).

Emanuela Longo - Redazione Emilia Romagna

InfoOggi.it Il diritto di sapere