La natura dentro la metropoli: Coral Way a Miami - InfoOggi.it

Breaking News
  • Turchia, raid aerei contro basi curde in Siria e Iraq
  • Torino, arrestato uomo di 29 anni per terrorismo. Pianificava attentati
  • Corea del Nord, ancora tensione con gli Usa
  • Alitalia, al referendum vince il No
  • Gli Usa non escludono raid in caso di un test nucleare della Corea del Nord
  • Gabriele Del Grande in Italia: "Sto bene, non ho ancora capito perché sono stato fermato"
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

La natura dentro la metropoli: Coral Way a Miami

La natura dentro la metropoli: Coral Way a Miami
0 commenti, , articolo di , in In giro per il mondo

MIAMI ( FLORIDA, U.S.A.), 16 APRILE 2017 - Tutto sta a dove imboccarla, la CORAL WAY di Miami, che è una delle principali vie di comunicazione tra il suggestivo e trendy quartiere di Coral Gables e la Downtown.

Se la si prende lungo la South West 22nd Street, lo scenario sarà quello un po' scontato,  anche se gradevole, della semiperiferia tipica di Miami. Vale a dire un susseguirsi alte palme e "scatoloni" di cemento dove sono ubicate le varie attività commerciali e ricreative. Al centro, un altrettanto tipico serpentone di asfalto deputato allo scorrimento veloce delle ingombranti auto yankee.

Ma se si ha la ventura di imboccarla dalla Brickell Avenue, ovvero dal lato opposto, la strada sarà sì la stessa, ma sarà tutt'un'altra storia. Si accederà infatti alla parte "storico-monumentale" della Coral Way, lungo la South West 22nd Street,  che introduce tra l'altro al raffinato quartiere di Coral Gables.

Tra i vari lussi che ci si può permettere a Miami, vi è anche quello di vivere in mezzo alla natura. La città dellla Florida sa offrire il ben noto sfarzo e scintillio forsennato della downtown e la sua mitica beach, ma per chi lo desideri sa anche proporsi in veste di tranquilla cittadina di provincia.

Siamo sempre a Miami, ma lo scenario è composto da  lussuose ma discrete casette in stile coloniale , prati, campi da golf, stradine ombrose, fontane monumentali, gallerie d'arte. Ma, soprattutto, la nota caratterizzante è data dagli spessi tronchi e dal verdeggiare di centinaia di giganteschi alberi di baniano, che pare sia l'albero più largo ( e contorto) del mondo, e di altrettanto maestose poinciane.   

Dovunque si sia diretti, abbandonare per qualche minuto le asettiche otto corsie con un semaforo ogni duecento metri  per questa strada alberata è un valore aggiunto in termini di positività e rilassatezza. 

 testo e foto di Raffaele Basile 

 

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image