• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Le donne ed il loro coraggio tra le novità del festival Trame

Calabria

LAMEZIA TERME, 19 GIUGNO 2015 - Lo Stato e la legalità da una parte, la ‘ndrangheta e l’illegalità dall’altra, in un confronto che vede protagoniste le donne ed il loro coraggio. Anche questa una delle novità della quinta edizione del festival Trame, articolato festival dei libri sulle mafie unico in Italia diretto dal giornalista Gaetano Savatteri, prodotto ed organizzato dalla Fondazione Trame, in collaborazione con l’Associazione antiracket Lamezia Onlus.

Giovedì sera, nel corso della seconda giornata di Trame a Lamezia Terme all’interno di Palazzo Nicotera tre donne: Monica Zapelli sceneggiatrice e scrittrice, Dora Anna Rocca giornalista, docente e scrittrice, Gabriella Reillo: magistrato che da più di venti anni cerca di contrastare l’illegalità in terra calabra, hanno raccontato una storia complessa ed articolata prendendo spunto dal libro: Il cielo a metà della Zapelli.  [MORE]

La storia delle donne della Calabria alcune grintose, tenaci, altre rassegnate ad un sistema difficile da sradicare. Una posizione agli antipodi da cui nessuno finora è uscito realmente vincente o perdente, una dinamica in continua evoluzione e chissà che forse proprio le donne riusciranno a cambiare migliorando una società in declino. Per cogliere alcuni aspetti di tale complessità e rendere dinamico l’incontro, la Rocca ha utilizzato un fil rouge selezionando tali argomentazioni: Le donne ed il loro coraggio, la solitudine dei magistrati, la legalità nelle scuole, la privazione di beni ed affetti alle famiglie di ‘ndrangheta, il successo o il fallimento di azioni giudiziarie, interessanti spunti di riflessione offerti dalla lettura del libro della sceneggiatrice.