Le truffe più famose ai danni dei casinò
Societa' Liguria Imperia

Le truffe più famose ai danni dei casinò

mercoledì 11 maggio, 2022
https://www.infooggi.it/elezioni-catanzaro-2022

Quando si parla di casinò quali immagini ci possono venire in mente? Molto probabilmente vedremo una grande sala lussuosa con un numero imprecisato di tavoli da gioco, slot machine e croupier assieme a tanti giocatori che, vestiti eleganti, sorseggiano un drink oppure tentano la fortuna con le carte o con i dadi.

Il tutto mentre l'aria è letteralmente “invasa” dal tintinnio delle slot machine, da i vari “fate il vostro gioco” e così via. Tale immaginario si può vedere tranquillamente anche oggi, in particolar modo dopo le prime pesanti restrizioni a causa dell'emergenza sanitaria Covid – 19, persino in rete grazie alle sale da gioco virtuali ed ai casino con bonus senza deposito.

Ma che cosa succederebbe se a tutto questo immaginario andassimo ad aggiungere un pizzico di cinematografia? A questo punto l'immagine sarebbe quella di un casinò preso di mira da abili truffatori o ladri (come nella famosa serie di pellicole Ocean's) per svaligiare il suo incasso. Eppure, strano ma vero, non serve andare al cinema per vedere dei fenomeni del genere.

Le truffe ai danni dei casinò sono vecchie come il mondo, del resto imparato il gioco è stato ancora più “naturale” imparare a barare, ma ce ne sono alcune che hanno scosso sia questi luoghi del gioco che l'opinione pubblica. Facciamo quindi qualche esempio!

Nei primi anni 2000 un gruppo di bari, la cosiddetta organizzazione Tran, è riuscito ad intascarsi più di 15 milioni di dollari corrompendo i mazzieri ogni volta che davano le carte perciò è stato davvero facile per loro trovarsi con una mano sempre vincente.

Ripreso anche dal film 21, il decennio 1980 – 1990 è stato il periodo d'oro del MIT Blackjack Team. Un gruppo di studenti del MIT è riuscito a sbancare diversi casinò elaborando un ingegnoso sistema per contare le carte a blackjack. Non è proprio un reato, ma ai proprietari dei casinò tale pratica non fa  piacere!

Tra le truffe più corpose compiute ai danni dei casinò è impossibile non citare quella dei fratelli Roselli che riuscirono a mettersi in tasca quasi 40 milioni di dollari. Come hanno fatto? Semplicemente utilizzando denaro non loro dato che rubavano le identità di ignari giocatori, così facendo “gonfiavano” la propria reputazione creditizia e facevano il loro gioco. Il danno, oltre alla beffa, è che non si sa che fine abbiano fatto questi truffatori.

Altro colpo degno di Ocean's Eleven è stato quello di un hacker che è riuscito ad appropriarsi di 33 milioni di dollari australiani nel 2013 dopo essere riuscito ad eludere il sistema di sorveglianza di un casinò di Melbourne. Pare inoltre che si sia servito di un complice che filmava i giochi e le mosse del personale, ma non c'è ancora niente di sicuro visto che non è mai stato preso ed i soldi sono finiti chissà dove!

Chiudiamo poi con Dominic LoRiggio, detto “l'uomo dal braccio d'oro”, che era riuscito ad escogitare una mossa per ottenere sempre un ottimo punteggio con i dadi. Anche se non è proprio una truffa, i proprietari dei casinò lo hanno costretto a fare ogni volta un tiro diverso per evitare “un tiro mancino”.

Autore