Leasing e noleggio: un 2018 già promettente

by Redazione in Economia01/08/201891
Condividi Tweet Pin it

La tendenza nel mondo dell’automobile sembra essere una sola: abbandonare l’acquisto per passare a noleggio e leasing. Anche nel 2018 queste due formule hanno registrato un incremento, grazie al 7,5% in più di contratti stipulati per leasing e noleggio a lungo termine, rispetto all’anno precedente. I dati relativi al primo trimestre 2018 sono stati diffusi da Assilea, durante lo svolgimento di Lease2018; la kermesse milanese dedicata a professionisti e che decidono di optare per questo tipo di formule finanziarie, ha accolto anche quest’anno un grande numero di visitatori.  

Il quadro che emerge è quello di un business che cresce in peso e dimensioni, nonostante un 2017 già oltre ogni aspettativa. Le auto noleggiate hanno generato un mercato da 947 milioni di euro, il 17,9% in più rispetto all’inizio del 2017; le immatricolazioni hanno fatto altrettanto, con oltre 52.441 immatricolazioni (+16,1%), mentre scendono invece i contratti stipulati per il solo leasing, visto che nonostante le 28.887 stipule il totale si è contratto del 4,6%.

Come mai queste attenzioni? Gli esperti del mercato automobilistico si interrogano sui motivi di questa inaspettata popolarità. Alla base c’è l’offerta più diversificata e ampia rispetto al passato. Oggi la proprietà del mezzo non è l’aspetto fondamentale della guida, visto che per motivi ecologici il parco auto richiede un rinnovo ormai troppo frequente che non tutti gli automobilisti possono sostenere. E così non solo noleggio e leasing, ma anche car sharing; un’offerta che ha giovato soprattutto ai titolari di partita IVA, ma anche ai privati.

L’aspetto più sorprendente è l’aumento del 20% di privati che scelgono forme alternative per l’utilizzo del mezzo, una soluzione prima esclusiva di auto di rappresentanza e flotte aziendali.

Difficile scegliere la formula migliore, soprattutto se non si conoscono le differenze: nel leasing sono coinvolti un operatore finanziario (“lesee”) che acquista un mezzo di trasporto per conto del proprio cliente "lessor"). A fronte del pagamento di un anticipo - la maxi rata - e di un canone periodico mensile, all’automobilista viene concesso l'utilizzo del veicolo per un periodo prestabilito. Il noleggio, invece, è più adatto per usi sporadici o brevi.

Il noleggio poco si addice a chi cerca un’auto nel medio-lungo periodo: in questo caso sempre meglio optare per un leasing. Chi possiede un’auto troppo vecchia può anche venderla a noicompriamoauto.it o ad altri portali online: chi vuole vendere un’auto inquinante per passare ad una nuova in leasing incontrerà meno problemi.

Molti temono però che queste nuove soluzioni possano compromettere l’acquisto di auto nuove, ma per il momento i dati del settore automotive sembrano sostenere il contrario: l’intero settore è cresciuto del 7,7% tra il 2017 e il 2018, e non sembrano esserci segnali di arresto.