Manovra: Boccia, troppa spesa e niente crescita

120
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
ROMA, 21 DICEMBRE - "Troppa spesa e niente crescita, manca la spinta al Sud". Cosi', Vincenzo B...

ROMA, 21 DICEMBRE - "Troppa spesa e niente crescita, manca la spinta al Sud". Cosi', Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria, in un'intervista al Messaggero parla dell'intesa tra governo e Commissione Ue. "Anche se approvata da Bruxelles - aggiunge - la manovra resta squilibrata dal lato della domanda mentre l'intero mondo delle imprese, quello che si e' ritrovato a Torino e poi ai tavoli convocati in rapida successione da Salvini e Di Maio, chiede infrastrutture e provvedimenti per la crescita come condizioni per creare lavoro".

Secondo Boccia sarebbe stato necessario un intervento sul cuneo fiscale: "E' quello che abbiamo suggerito nelle nostre Assise di Verona e poi inserito come punto qualificante nel Patto della Fabbrica, parlando di quella che dovrebbe essere la missione cardine del Paese: creare lavoro a partire dai giovani", e sul reddito di cittadinanza "il nostro punto di vista e' chiaro: le risorse possono e devono essere utilizzate come ponte verso il mondo del lavoro e non come mezzo per distribuire assistenza. In questo caso siamo pronti a disponibili a dare una mano".

Per quanto rigaurda web tax ed ecotassa, "si tratta di due diverse categorie di problemi. Bisogna sempre capire e prevedere gli effetti sull'economia reale e la compatibilita' con gli obiettivi. Nel primo caso occorre non penalizzare le imprese e il Paese, che gia' vivono un significativo digital divide; nel secondo il concetto e' ricorrente: occorre sempre confrontarsi per evitare decisioni affrettate che poi si riverberano contro il Paese. Anche nel settore del gioco l'aumento eccessivo della tassazione portera' a favorire la filiera illegale e a contrarre l'occupazione. Confidiamo che in futuro prevalga il confronto".
Fonte immagine (Il Messaggero)

InfoOggi.it Il diritto di sapere