Manovra: Di Maio, no a cambiamenti su reddito cittadinanza e quota 100

152
Scarica in PDF
PALERMO, 24 NOVEMBRE - "Ridimensionare quota 100 e il reddito di cittadinanza significa aver pe...

PALERMO, 24 NOVEMBRE - "Ridimensionare quota 100 e il reddito di cittadinanza significa aver perso tempo per 5 mesi. Abbiamo investito in queste due misure per liberare posti di lavoro e inserire giovani e meno giovani formandoli con il reddito di cittadinanza. Su queste due misure non e' ipotizzabile ridurre la platea". Cosi', a Palermo, il ministro del Lavoro e per lo Sviluppo economico, Luigi Di Maio, parlando con i giornalisti dell'incontro previsto questa sera a Bruxelles tra il premier Giuseppe Conte e i vertici Ue sulla manovra economica italiana. "E' chiaro che da questo incontro di questa sera e dai prossimi del ministro Tria ci aspettiamo tanto - aggiunge - perche' abbiamo piena fiducia nelle istituzioni europee e vogliamo che capiscano che le nostre misure servono a far ripartire il Paese, a cominciare dal ridurre il gap tra Nord e Sud. Possiamo modificare la legge di Bilancio sul taglio agli sprechi, riorganizzando la partita degli immobili pubblici che possiamo dismettere, lavorare agli asset non strategici per eliminare i costi. Ma deve esser chiaro che noi siamo arrivati per cambiare tutto: e per farlo servono le misure che sono in legge di Bilancio".  

InfoOggi.it Il diritto di sapere