Massimo D'Alema contestato a Bari: "Rabbia generale contro la politica"

23
Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
BARI, 12 DICEMBRE 2014 - Il fatto è accaduto questa mattina a Bari. L'esponente politico era ...

BARI, 12 DICEMBRE 2014 - Il fatto è accaduto questa mattina a Bari. L'esponente politico era giunto nel capoluogo pugliese per un convegno. Dopo aver salutato il sindaco di Bari, D'Alema è stato pesantemente contestato dalla folla dei lavoratori che aderivano allo sciopero nazionale di oggi.

Oltre alle aspre contestazioni, che lo accusavano di essere tra le fila del Governo che in quella manifestazione veniva accusato di essere contro i lavoratori; contro D'Alema alcuni contestatori hanno lanciato manciate di terriccio.

Per evitare ulteriori incidenti, sono intervenute le forze dell'ordine che, oltre alla scorta di D'Alema, hanno accompagnato l'esponente politico lontano dai contestatori. Alla domanda della folla (che chiedeva come mai si trovasse lì), D'Alema ha risposto di essere contro le scelte del Governo sulla questione del lavoro.

I contestatori hanno quindi chiesto perché la minoranza del PD non avesse scelto di far cadere il Governo Renzi, se non rispondeva alle idee del partito. A quel punto, però, D'Alema ha preferito non rilasciare ulteriori dichiarazioni, mentre veniva scortato dagli agenti.

Nel commentare la vicenda agli organi di stampa, D'Alema ha espresso il proprio rammarico: per l'esponente della minoranza PD c'è "(...) rabbia generale contro i partiti e la politica" e quanto accaduto a Bari confermerebbe le sue idee.

Lo sciopero generale indetto dai sindacati andrà avanti per tutta la giornata di oggi in tutte le città italiane: al centro delle manifestazioni c'è il Jobs Act, ritenuto dai sindacati lontano dalle vertenze dei lavoratori.

(Foto wishtro.com)

Annarita Faggioni

InfoOggi.it Il diritto di sapere