• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Meteo: blitz dal caldo al freddo dal sole alla tempesta! Ecco il dettaglio con previsioni

Calabria > Catanzaro

Questa stagione estiva si sta comportando davvero in modo strano, manca una figura dominante di alta pressione in grado di garantire stabilità atmosferica e sole per tanti giorni di seguito. Anche nel corso delle prossime 3 settimane che completeranno il mese di luglio, saremo come sulle montagne russe, ancora scombussolati tra temporali da una parte e caldo rovente dall'altra.

Cerchiamo di capire il motivo di queste pazze condizioni meteo, scoprendo in anteprima la nuova tendenza a lungo termine.

Siamo ormai entrati nel cuore dell'estate eppure ci troviamo a fare in conti con sfuriate temporalesche improvvise, in un'altalena continua di variazioni climatiche, quasi di stampo primaverile.
Dando uno sguardo al quadro sinottico europeo possiamo capire meglio il motivo: da una parte abbiamo un flusso atlantico piuttosto vivace, in grado di pilotare fronti temporaleschi verso il nostro Paese, dall'altra invece un campo di alta pressione sempre pronto ad allungarsi verso l'Italia.

Nei prossimi giorni, specie da mercoledì 8 luglio, ci aspettiamo tanto sole su buona parte dei settori con punte massime di temperatura diffusamente oltre i 30°C. Almeno fino al prossimo weekend godremo insomma di una certe stabilità atmosferica, ma questa parentesi pienamente estiva potrebbe avere ancora una volta vita breve.
A partire dalla metà del mese, infatti, una vasta area depressionaria in discesa dal Nord Atlantico, sospinta da correnti fresche ed instabili, riuscirà verosimilmente a far breccia nell'anticiclone, provocando un peggioramento del tempo in particolare al Centro Nord. In questo contesto non escludiamo la possibilità di forti temporali con locali grandinate alternate a fasi più asciutte, almeno fino al 18 del mese. Andrà decisamente meglio al Sud e sulle due Isole Maggiori dove il campo di alta pressione riuscirà a far scudo alle perturbazioni e così anche le temperature riusciranno a portarsi diffusamente oltre i 32°C durante le ore più calde.

E poi? cosa dobbiamo aspettarci per l'ultima decade del mese?
Dopo un'ennesima breve rimonta dell'anticiclone con prevalenza di tempo stabile e soleggiato su buona parte dell'Italia, a partire dal 22 luglio crescono le probabilità per un ulteriore affondo perturbato in discesa dal Nord Europa. Come spesso avviene con questo tipo di dinamica atmosferica, maggiormente a rischio di precipitazioni dovrebbero essere le regioni settentrionali. Il consiglio quindi è di tenere un ombrello sempre a portato di mano. (iLMeteo)