• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Meteo: Ecco il ciclone Poppea porta forte maltempo. Allerta alluvioni. Ecco dove con l’evoluzione

Friuli Venezia Giulia > Trieste

L'Italia non trova pace sul fronte meteorologico e da mercoledì 3 Novembre infatti dovrà fare i conti con una nuova perturbazione pilotata ancora da quel profondo ciclone Poppea che ha iniziato a provocare sconquassi su buona parte dell'Italia nella notte tra Halloween e Ognissanti. Tra poco tornerà dunque ad elevarsi l'allerta per pioggia, vento e neve!

Vediamo dunque più nel dettaglio quali saranno le zone maggiormente colpite dal maltempo.
Già dalle prime luci di mercoledì 3 novembre nubi, piogge e pure qualche temporale colpiranno diverse aree del Nord e del Centro. I fenomeni più intensi si concentreranno nella prima parte del giorno al Nordovest e su gran parte dell'area tirrenica, mentre il tempo sarà più asciutto altrove, in particolare al Sud, fatta eccezione per qualche piovasco non da escludere sulla Sicilia.

Nel corso della giornata e fino a sera, inoltre, per effetto di un nuovo e secondario vortice ciclonico in formazione a ridosso della Liguria, le precipitazioni più intense muoveranno il loro baricentro verso levante andando a colpire soprattutto la Lombardia, il Nordest, la Toscana, nonché medio e basso Tirreno. Su questi settori ci attendiamo anche dei locali nubifragi, con rischio maggiori per l'alto Veneto, i litorali toscani e per le aree tra Lazio e Campania. Avvalendoci degli ultimi aggiornamenti elaborati dall’ APP Ufficiale iLMeteo

Attenzione poi alla neve che potrà cadere a tratti copiosa sull'arco alpino a quote localmente prossime ai 1200/1300 metri specie sulle montagne lombarde, trentine, venete e friulana.

Ma questa fase di maltempo sarà anche accompagnata da forti venti dai quadranti meridionali responsabili di un netto e generale aumento del moto ondoso con rischio di mareggiate sui versanti più esposti.
Continuerà invece a rimanere più quieta l'atmosfera al Sud dove si potrà anche godere di alcune generose schiarite.

In seguito, da giovedì 4 novembre, l'Italia continuerà ad essere interessata dalle correnti atlantiche che manterranno condizioni di forte instabilità sulle regioni del Centro e su parte del Sud, mentre al Nord assisteremo ad un generale miglioramento, in attesa di un weekend durante il quale l'atmosfera sarà ancora ben lungi dal tornare tranquilla. Ma di questo riparleremo approfonditamente nei nostri prossimi aggiornamenti.

In aggiornamento