Meteo: piogge e temporali e neve, poi per il weekend, freddo dall'Artico. Ecco l’evoluzione
Cronaca Nera Lazio Roma

Meteo: piogge e temporali e neve, poi per il weekend, freddo dall'Artico. Ecco l’evoluzione

giovedì 2 dicembre, 2021

Arrivano notizie poco confortanti sul fronte meteo: i prossimi giorni saranno davvero pessimi su gran parte del nostro Paese che si troverà a dover di nuovo fare i conti, dopo una brevissima tregua, con venti burrascosi, pioggia forte e neve fino a bassa quota che saranno poi destinati ad imperversare almeno fino a venerdì 3 dicembre.

L'ultimo mese del 2021 si apre dunque all'insegna di un contesto meteorologico di stampo prettamente invernale visto il brutto tempo previsto e anche il clima già di per se abbastanza ventoso e frizzantino. Per non parlare poi delle piogge e della neve in arrivo che condizioneranno ancora il tempo dei prossimi giorni.

D'altronde, su scala generale, manca una figura di alta pressione in grado di riportare un po' di quiete atmosferica e in assenza di essa, il freddo maltempo nord atlantico riesce a manifestarsi del tutto indisturbato.

Detto ciò, vediamo come si comporterà allora il tempo fino a venerdì.
Dopo i primi disturbi attesi già mercoledì 1 Dicembre a causa di una nuova perturbazione, ecco che la giornata di giovedì 2 sarà destinata a trascorrere sotto il segno del maltempo su molte regioni del Paese.

Già dal mattino uno spesso tappeto di nubi avvolgerà gran parte delle regioni del Nordest, del Centro, la Sardegna e la Campania. Su queste zone cadranno piogge localmente intense, e ci sarà occasione per temporali anche forti sul comparto tirrenico specie lungo i litorali toscani e laziali.

Non mancheranno delle nevicate a quote anche basse sui rilievi alpini orientali (700-800m) e a quote più alte invece sugli Appennini. Su quello centro-settentrionale la neve cadrà intorno ai 1200m mentre si manterrà sopra i 1400m su quello meridionale.

Ma il brutto tempo proseguirà anche per il resto della giornata a carico sempre delle medesime regioni con il rischio di forti temporali e nubifragi sul Lazio e in Campania. Andrà meglio altrove, specie sul Nordovest e sul resto del Sud dove si potrà godere anche di qualche ora di sole.

Arriviamo così alla vigilia del weekend quando l'atmosfera non ne vorrà proprio sapere di tornare totalmente tranquilla. Mentre venerdì mattina tornerà un po' di sole al Nord, Il tempo continuerà a fare i capricci ancora una volta a carico delle regioni del Centro-Sud anche se tenderà a migliorare sul lato tirrenico.

Piogge e temporali dunque insisteranno sul lato adriatico e su tutte le regioni meridionali. Attenzione anche alla neve che cadrà a tratti copiosa sui comparti appenninici centrali, dove grazie all'ulteriore ingresso di aria fredda in quota previsto nella giornata di venerdì 3, la quota delle nevicate scenderà ancora sulle regioni del Centro arrivando fin verso i 500/600 metri in Abruzzo e Molise. Al Sud invece la dama bianca si farà vedere al di sopra dei 1200 metri.

Sarà questo il preludio a un weekend ancora zoppicante e che molto probabilmente ci costringerà a tenere un ombrello a portata di mano.

Previsioni per il weekend

Nuovo impulso freddo dall'Artico su mezza Italia! E' questa la conferma appena arrivata dagli ultimi dati a nostra disposizione in vista di un primo weekend di dicembre che si preannuncia a dir poco movimentato tra freddo, piogge, rovesci temporaleschi e pure neve.

Ma andiamo con ordine analizzando le previsioni con tutti i dettagli per le giornate di sabato 4 e domenica 5 dicembre.

Il maltempo non concede tregua all'Italia a causa di un comparto atlantico piuttosto vivace che continua a sfornare tempeste sospinte da correnti artiche che, con facilità, affondano il colpo nel cuore dell'Europa e sul bacino del Mediterraneo.
E il fine settimana non è destinato ad avere sorte diversa.

Già dalla giornata di sabato 4 prenderà il via l'ennesimo peggioramento con il rischio più che concreto di piogge e temporali in particolare sulle regioni tirreniche del Centro-Sud e sulle due Isole maggiori. Il tutto sarà accompagnato da forti raffiche di vento in arrivo dai quadranti occidentali con punte ad oltre 60/70 km/h specie sulla Sardegna e sulle coste della Toscana. Entro sera qualche debole pioggia potrà interessare l'Emilia Romagna e il basso Veneto.

Domenica 5 il maltempo insisterà ancora al Centro-Sud e sulle Isole maggiori, dove saranno possibili forti rovesci temporaleschi in particolare su basso Lazio, Campania e Calabria, anche a carattere nevoso sull'Appenino centrale, dove la neve scenderà fin sotto i 1000 metri.

Tra il pomeriggio e la serata, inoltre, l'ingresso di ulteriore aria gelida da Nordest provocherà la formazione di un minimo depressionario sull'alto Adriatico; per questo motivo non escludiamo il rischio di nevicate su Veneto e Friuli Venezia Giulia con fiocchi a bassa quota, fin verso i 5/600 metri.

Questo sarà il preludio ad una festività dell'Immacolata che potrebbe verosimilmente essere caratterizzata da un fronte freddo in discesa dal Nord Europa in grado di portare la neve fino in pianura.

maggiori. Il tutto sarà accompagnato da forti raffiche di vento in arrivo dai quadranti occidentali con punte ad oltre 60/70 km/h specie sulla Sardegna e sulle coste della Toscana. Entro sera qualche debole pioggia potrà interessare l’Emilia-Romagna e il basso Veneto.

Domenica 5 il maltempo insisterà ancora al Centro-Sud e sulle Isole maggiori, dove saranno possibili forti rovesci temporaleschi in particolare su basso Lazio, Campania e Calabria, anche a carattere nevoso sull'Appenino centrale, dove la neve scenderà fin sotto i 1000 metri.

Tra il pomeriggio e la serata, inoltre, l'ingresso di ulteriore aria gelida da Nordest provocherà la formazione di un minimo depressionario sull'alto Adriatico; per questo motivo non escludiamo il rischio di nevicate su Veneto e Friuli-Venezia Giulia con fiocchi a bassa quota, fin verso i 5/600 metri.

Questo sarà il preludio ad una festività dell'Immacolata che potrebbe verosimilmente essere caratterizzata da un fronte freddo in discesa dal Nord Europa in grado di portare la neve fino in pianura. (iLMeteo)


In aggiornamento

Autore