Meteo: una goccia fredda provoca nuovi temporali poi per il weekend temporali intensi. Ecco dove
Cronaca Sicilia Palermo

Meteo: una goccia fredda provoca nuovi temporali poi per il weekend temporali intensi. Ecco dove

giovedì 26 maggio, 2022

Meteo: una goccia fredda provoca nuovi temporali poi per il weekend temporali intensi. Ecco dove. Chiamata dagli esperti di settore anche con il nome di goccia fredda, ecco che nelle prossime ore una sorta di piccolo vortice ciclonico provocherà lo sviluppo di nuovi temporali che scoppieranno su alcune regioni del nostro Paese.

L'alta pressione di matrice africana che da giorni avvolge con un insolito caldo estivo tutta l'Italia, perde dunque un po' della sua bollente energia, ma sarà comunque in grado di limitare i danni.
Insomma, nelle prossime ore non attendiamoci certo un'intensa fase di maltempo anche se in questo genere di situazioni governate da temperature piuttosto alte i fenomeni d'instabilità posso risultare molto violenti con temporali accompagnati da forti raffiche di vento, nubifragi e locali grandinate.

Ma quali saranno le regioni più a rischio di temporale? Come accaduto nei giorni scorsi anche nelle prossime ore tra le aree più a rischio annoveriamo tutto l'arco alpino fino al settore prealpino nonostante non si possano escludere locali sconfinamenti verso le adiacenti aree pianeggianti. Qualche rovescio temporalesco è previsto pure sull'area appenninica specie quella tosco-emiliana.

A differenza invece dei giorni scorsi , ecco che la presenza della goccia fredda in viaggio dalle isole Baleari verso l'area di mare che separa le nostre due isole maggiori dalle coste del nord Africa, provocherà un generale peggioramento del meteo sulla Sardegna. Qui ci sarà la maggior probabilità di temporali mentre un contesto più variabile e asciutto coinvolgerà gran parte del Centro e del Sud.

Il medesimo scenario lo vivremo anche nel corso della vigilia del weekend. Venerdì 27 infatti, troveremo più sole sulla Val Padana, ancora qualche temporale su Alpi, Prealpi , nel sud della Sardegna e ancora nubi sparse altrove con possibili brevi piovaschi a ridosso delle aree più interne del Centro.

In seguito le cose potrebbero cambiare in forma ancora più evidente e proprio a cavallo del weekend quando un blocco d'aria molto fresca dal nordest europeo raggiungerà l'Italia provocando un più severo peggioramento a partire dal Nord ed un conseguente e successivo forte calo delle temperature.
Maggiori dettagli nei prossimi aggiornamenti.

Previsioni per il weekend

E' arrivata la conferma: il grande caldo provocato dall'anticiclone africano Hannibal ha i giorni contati e il prossimo weekend sarà decisamente movimentato.
Il tutto a causa dell'ingresso di aria fredda in quota in discesa direttamente dalla Scandinavia che provocherà tanti temporali, localmente intensi già da Sabato 28. E attenzione perché per Domenica 29 Maggio ci attende un'ulteriore novità.

La dinamicità meteo sarà l'assoluta protagonista sull’Italia nel fine settimana. Si tratta di una caratteristica tipica del periodo tra fine Maggio e inizio di Giugno per via degli imponenti scambi meridiani (masse d'aria) che avvengono a scala emisferica. Nulla di eccezionale, dunque, semmai di anomalo c'è il caldo opprimente di questo ultimo periodo.

Ma cosa dobbiamo aspettarci allora per il weekend? Per rispondere alla domanda dobbiamo allargare il nostro sguardo all'intero scacchiere europeo: ebbene, il bacino del Mediterraneo verrà attaccato da un doppio fronte perturbato: da una parte piomberà aria fredda ed instabile pilotata da una vasta circolazione depressionaria centrata sulla Scandinavia, dall'altra, un insidioso ciclone si muoverà dalle Baleari (Spagna) verso le nostre Isole maggiori.

Già da Sabato 28 Maggio una parte delle fredde e instabili correnti in discesa dal Nord Europa riuscirà a dilagare fin sul nostro Paese.

Secondo l'ultimo aggiornamento appena emesso dai modelli matematici, l'ingresso dalla Porta della Bora di queste masse d'aria di origine polare scombussolerà non poco l'atmosfera. A causa della velocità con cui irromperà il fronte freddo in quota e dei successivi contrasti termici che si verranno a creare, non escludiamo la possibilità di fenomeni temporaleschi anche intensi e talora accompagnati da episodi di grandine: a rischio saranno soprattutto Friuli Venezia Giulia, Veneto, Lombardia, Piemonte ed Emilia Romagna, poi entro sera anche le zone interne di Toscana e Lazio.

Contemporaneamente, il passaggio di un piccolo ciclone provocherà intense precipitazioni sulla Sicilia, sulla Campania e sulla Calabria (occhio soprattutto ai settori tirrenici) accompagnate da forti venti di Maestrale.

E non è finita qui, anzi. Il cambio di configurazione si completerà nel corso di Domenica 29 Maggio, con l'ingresso di ulteriore aria fredda che favorirà la genesi di un vortice ciclonico sul Tirreno: a quel punto i rovesci temporaleschi si potranno estendere anche verso il Centro-Sud. Il ciclone, tra l'altro, richiamerà masse d'aria sempre più fresche le quali provocheranno un corposo abbassamento delle temperature, specie al Nord e sui settori adriatici, con i valori termici che si porteranno addirittura fin sotto le medie climatiche, scendendo anche di 10°C rispetto a quelle attuali. (iLMeteo)

In aggiornamento

 

Autore