Meteo: Weekend traballante, “scontro l'aria tropicale con l'aria polare” Le previsioni
Societa' Puglia Bari

Meteo: Weekend traballante, “scontro l'aria tropicale con l'aria polare” Le previsioni

giovedì 10 marzo, 2022

Lotta tra Titani sull’Europa: un’alta pressione di 1040 hPa sulla Polonia cerca di fermare l’avanzata verso Est del Ciclone d’Islanda. Ma chi sono i Titani? Nella mitologia greca sono gli Dei più antichi, nati ancora prima degli Olimpi, generati da Urano (Cielo) e Gea (Terra). Proprio dal Cielo e dalla Terra nei prossimi giorni scaturiranno situazioni meteorologiche straordinarie, l’Italia però sarà probabilmente fuori dalla lotta.

Il Ciclone d’Islanda, con una pressione molto bassa di circa 960 hPa paragonabile a quella di un uragano di categoria 3, punterà le Isole Britanniche: durante il weekend ci attendiamo infatti sulla ‘Terra di Albione’ venti di tempesta e piogge abbondanti. L’altro Titano, un anticiclone mostruoso con un massimo di 1040 hPa, non sembra avere alcuna intenzione di spostarsi dalla Polonia dove è posizionato e da dove estende la sua maestosità verso la Scandinavia: in Norvegia le temperature continuano ad essere di 10°C più calde della media, grazie al Titano Anticiclone.
Insomma alle alte latitudini si fronteggiano un ciclone e un anticiclone, separati al momento dal Mare del Nord. Se questa situazione non vedrà un vincitore, venti meridionali di tempesta soffieranno per più giorni tra Danimarca e Scozia, un andamento anomalo rispetto alle più frequenti correnti polari in discesa da Nord lungo questo corridoio.

L’Italia, fuori dalla lotta tra questi Titani, vedrà il proprio meteo condizionato solo in parte dal Ciclone d’Islanda: infatti, non riuscendo a spostarsi ad Est, esso invierà una saccatura perturbata verso Sud, in direzione Marocco. Nel weekend, sul nordafrica avremo infatti forte maltempo: in modo isolato, poi, dal Maghreb, un piccolo ciclone sfiorerà l’Italia meridionale con rovesci localmente intensi su Sardegna e Sicilia. Sull’Italia peninsulare, sono attesi solo passaggi nuvolosi ad Ovest in un contesto comunque in prevalenza asciutto.

Il sito www.iLMeteo.it, conferma infatti una fase tranquilla sul nostro Paese, ma farà freddo, con temperature di nuovo in calo da venerdì 11 marzo a causa dell’espansione dell’anticiclone polacco: questa figura spingerà aria fredda verso il centro-nord.
Sempre da venerdì, con la perturbazione marocchina in agitazione, potremmo avere anche un blando peggioramento sul Basso Piemonte e sulle Alpi occidentali con qualche fiocco bianco, non sufficiente però a sconfiggere la pesante siccità in atto; sabato la pioggia, come detto, potrebbe essere a tratti forte in Sardegna e Sicilia con un pò più di nubi anche sul versante occidentale della Penisola; l’ultimo giorno del weekend vedrà invece prevalenza di sole ad eccezione di residui acquazzoni tra le Isole maggiori.

Vedremo sul Nord Europa chi vincerà lo scontro tra Titani, al momento sembra che per altri 10 giorni queste 2 figure meteo-mitologiche non cederanno il passo: da questa situazione statica potrebbe emergere un quadro molto movimentato invece sul Mediterraneo dove per la prossima settimana non escludiamo la formazione di una tempesta nordafricana! Ne riparleremo…

NEL DETTAGLIO

Giovedì 10. Al nord: cielo sereno o poco nuvoloso. Al centro: soleggiato. Al sud: residui piovaschi sul Salento, nubi sugli Appennini.

Venerdì 11. Al nord: molto nuvoloso con isolate precipitazioni sul Piemonte occidentale. Al centro: parzialmente nuvoloso, nubi più compatte sui rilievi. Al sud: tante nuvole sugli Appennini.

Sabato 12. Al nord: nubi diffuse al Nordovest, neve a bassa quota sul Piemonte occidentale, sereno altrove. Al centro: velature sul versante tirrenico, coperto con piogge forti in Sardegna, sole altrove. Al sud: piogge in Sicilia dal pomeriggio, poco nuvoloso altrove.

Tendenza. Domenica con piogge sparse su Sardegna e Sicilia, soleggiata altrove; inizio di settimana più mite con alta pressione, venti da sud e cieli spesso velati. 

In aggiornamento

Autore