Migranti, Bono ringrazia Guardia Costiera dal palco dell'Olimpico - InfoOggi.it

Breaking News
  • Milano, donna incinta aggredita da un senza tetto
  • Verona, picchia un diciottenne e gli punta la pistola alla testa ma nessuno chiama il 113
  • Barcellona, Rajoy: "Il voto non si farà". 40.000 persone protestano in piazza
  • Foggia, il presunto aggressore della ragazza ferita a colpi di pistola si è suicidato
  • Ryanair, voli cancellati: la compagnia ridimensiona le cifre
  • Londra: falso allarme bomba. Altri due arresti per l'attentato alla metro di Londra
  • Lamezia Terme: beni per 8,5 mln confiscati ad imprenditore
  • Facebook
  • Google
  • LinkedIn
  • OKNotizie
  • Segnalo

Migranti, Bono ringrazia Guardia Costiera dal palco dell'Olimpico

Migranti, Bono ringrazia Guardia Costiera dal palco dell\'Olimpico
0 commenti, , articolo di , in Cultura e Spettacolo

ROMA, 16 LUGLIO – Non solo musica al concerto degli U2 a Roma: nella prima delle due serate del The Joshua Tree tour, il leader della band Bono Vox ha espresso la propria gratitudine all’Italia per il lavoro e l’impegno con i migranti.

“Grazie Guardia Costiera, avete salvato migliaia di vite”, così il cantante ha ringraziato gli uomini che quotidianamente intervengono in soccorso delle imbarcazioni provenienti dal nord Africa, spesso scongiurando delle vere e proprie tragedie. Bono ha poi proseguito aggiungendo “siete il meglio dell’Europa” durante “Miss Sarajevo”, per l’occasione divenuta Miss Syria.

Sullo schermo alle spalle della band è stata contemporaneamente proiettata la storia di Omaima, bambina che ha vissuto nel campo profughi di Zaatari, in Giordania.

Il cantante irlandese è noto per la sua attività al di fuori della musica. Dal 1999 è infatti impegnato nella campagna per azzerare il debito dei paesi del terzo mondo, ed in passato ha anche incontrato privatamente l’ex presidente degli USA George W. Bush, spingendo per la concessione di aiuti agli stati più poveri.

Nel 2010 Bono è stato al centro di una polemica sull’effettiva destinazione dei fondi provenienti dalla sua ONE Foundation ad opere di beneficenza. Secondo alcune indiscrezioni, infatti, solo l’1% del fatturato della fondazione veniva effettivamente devoluto per opere di bene.

Paolo Fernandes

Foto: infooggi.it

Paolo Fernandes

0 commenti

Lascia il tuo commento!

Aggiungi il tuo commento qui sotto.
Ricorda che prima di essere visualizzato, il tuo commento sarà sottoposto a moderazione da parte dello staff.

Inviando un commento l'utente dichiara di aver letto ed accettato la seguente policy
CAPTCHA Image