• Scrivi una notizia
  • Sostienici
  • Spazi pubblicitari
  • Privacy Policy
  • Feed Rss

Monti al Quirinale, incontro con Napolitano

Lazio

ROMA, 16 DICEMBRE 2012 - È previsto stamane l'incontro tra il premier Mario Monti ed il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, per discutere del futuro politico del Paese.

Gli occhi di tutto il mondo sono puntati su Roma, per cercare di capire cosa deciderà di fare il professore dopo il 2013. Cii sono in ballo i mercati di tutta Europa, rimasti decisamente scioccati dalle dimissioni di Monti dopo la sfiducia del Pdl.[MORE]

Nel frattempo, al convegno «Italia Popolare» Silvio Berlusconi ha rilanciato la candidatura di Monti a capo di in una coalizione di moderati. 

«Se Monti accettasse l'invito che più volte gli ho rivolto, da ultima a Bruxelles di fronte alla platea del Ppe - ha affermato Berlusconi - non sprecheremo certo un'occasione storica per vincere le elezioni come nel '94. Tuttavia, per centrare l'obiettivo della vittoria occorre uscire dagli schemi vecchi e logori, rompere le barriere che si oppongono all'innovazione, mettere in collegamento storie e culture diverse. L'Italia dei moderati è maggioranza nel paese. Nell'attuale contesto, se lo riterrà, il professor Mario Monti potrà essere il federatore di quest'area. Egli condivide i miei, i vostri, i nostri stessi ideali: quelli della grande famiglia dei Popolari europei».

Contemporaneamente, l'ex premier ha sottolineato come, in questo momento, il centrodestra sia fortemente diviso:«Mentre il campo della sinistra è bene organizzato e appare come una macchina da guerra gioiosamente lanciata verso il successo, l'altra parte - la nostra parte - sembra impegnata più in sterili polemiche che non a far fronte comune per battere gli avversari».

Fonte:Corriere della sera.it

Nicola Capolupo