Piero Montinari eletto Presidente di Confindustria Puglia

Scarica in PDF
Ricevi gli aggiornamenti direttamente sul tuo MESSENGER!
BARI - “Prioritario sarà individuare ed utilizzare al meglio le risorse del terri...

BARI -  “Prioritario sarà individuare ed utilizzare al meglio le risorse del territorio per la valorizzazione delle nostre eccellenze in un periodo di crisi quale quello attuale”.
E’ questo – in sintesi - il biglietto da visita di Piero Montinari, nuovo Presidente di Confindustria Puglia per il quadriennio 2010-2014, eletto ieri.
Già membro della Giunta nazionale di Confindustria, ha ricoperto vari incarichi dirigenziali nel mondo imprenditoriale, tra cui quello di vicepresidente Confindustria Puglia dal 2007 ad oggi.
Salentino, 43 anni, sposato con due figli, laureato in Scienze Economiche e Bancarie, succede a Nicola De Bartolomeo che si dimise dall’incarico nel febbraio scorso dopo aver accettato la candidatura del Popolo Della Libertà alle elezioni regionali. In questi mesi le funzioni di vicariato son state svolte dal Presidente di Confindustria Taranto Luigi Sportelli.
La nomina di Montinari scaturisce dalla preferenza nei suoi confronti delle unità territoriali provinciali degli industriali, rappresentate da Alessandro Laterza (Bari), Giuseppe Marinò (Brindisi), Giuseppe Di Carlo (Foggia), Luigi Sportelli (Taranto) e Salvatore Matarrese di Ance (associazione costruttori edili) Puglia che esprimono col loro voto “la fiducia nelle capacità personali e professionali del neo presidente, in grado di cogliere le idee ed i suggerimenti provenienti dalla base associativa, sentita durante le consultazioni esperite dalla commissione di designazione”.
La risposta del neo Presidente è chiara: “Bisognerà superare i campanilismi territoriali e lavorare, in squadra, tutti insieme per essere parte attiva del cambiamento” ancor più perché “siamo in presenza di modifiche importanti sia all'interno del nostro Sistema confederale che al suo esterno dove l'ormai imminente Federalismo regionale ci pone dinanzi a scelte importantissime e non delegabili, in cui la figura dell'imprenditore diventa fondamentale.”
E continua, entrando nello specifico: “Da non sottovalutare il ruolo sempre piu' pressante richiesto nella concertazione con le parti datoriali e sociali per una rappresentanza da leader e driver nei Distretti produttivi, nelle Aree vaste, nel partenariato economico e sociale”.
Soffermandosi sulla Regione Puglia, Montinari individua alcuni ambiti di immediato intervento “a cominciare dal credito all'occupazione, dall'energia alla sanità, dall'innovazione all'economia legata ai nuovi mercati internazionali".

[in foto, Piero Montinari, neo presidente di Confindustria Puglia]

InfoOggi.it Il diritto di sapere