Ostia promuove le attività estive con la testata di Roberto Spada

11
Scarica in PDF
OSTIA, 9 AGOSTO - Lo sketch radiofonico per pubblicizzare gli eventi culturali di Ostia fa scalpore ...

OSTIA, 9 AGOSTO - Lo sketch radiofonico per pubblicizzare gli eventi culturali di Ostia fa scalpore nella calda estate romana. Lo slogan della campagna pubblicitaria, diffusa da RomaRadio, trasmessa in tutte le stazioni metropolitane della città, fa un esplicito riferimento all’aggressione subita lo scorso novembre dal giornalista di Nemo Daniele Piervincenzi nel quartiere Nuova Ostia da parte di Roberto Spada, esponente di una famiglia locale coinvolta in numerosi episodi criminali, e condannato per questo a sei anni di carcere.

La pubblicità, recitata con forte accento romano e con l’uso di termini del dialetto locale, vede l’attore Favio Avaro impegnato a pubblicizzare gli eventi del litorale romano. Avaro dice: «Quest’anno l’estate romana si svolge anche al mare di Roma: mostre di pittura, musica, artisti di strada, spettacoli per bambini, rassegne, sport e fitness, auto d’epoca e tanto altro ancora». Una voce fuori campo lo interrompe: «Sì ma sbrigate, c’avemo 30 secondi, falla meijo». E Avaro replica: «Ma che voi? Oh, mò t’a dò ‘na capocciata» e lo spot termina sottolineando l’infelice citazione: «Maggiori informazioni sul sito del X Municipio. Ostia, un’estate senza testate... meglio che je lo spiego sennò capiscono male».

Non è chiaro chi abbia realizzato e pagato la pubblicità, se il Comune di Roma o il X Municipio, quello che comprende anche la cittadina di Ostia. Diversi consiglieri comunali hanno consiglieri comunali hanno presentato interrogazioni per chiedere chi abbia autorizzato lo spot e la sindaca Virginia Raggi ha preso le distanze dalla scelta del municipio lidense a governo cinque stelle. «Ostia è un luogo bellissimo ma lo spot “Un’estate senza testate” non mi è piaciuto. Non è questo il modo giusto per dire che i cittadini del litorale di Roma sono per la stragrande maggioranza persone oneste».

Non è chiaro chi abbia realizzato e pagato la pubblicità, se il Comune di Roma o il X Municipio, quello che comprende anche la cittadina di Ostia. Diversi consiglieri comunali hanno consiglieri comunali hanno presentato interrogazioni per chiedere chi abbia autorizzato lo spot e la sindaca Virginia Raggi ha preso le distanze dalla scelta del municipio lidense a governo cinque stelle. «Ostia è un luogo bellissimo ma lo spot “Un’estate senza testate” non mi è piaciuto. Non è questo il modo giusto per dire che i cittadini del litorale di Roma sono per la stragrande maggioranza persone oneste».

Fonte immagine: www.ilcorrieredellacittà.it

Ilaia Bertocchini

InfoOggi.it Il diritto di sapere