Pd: Orfini, larga intesa per segretario e primarie a tempo debito

Scarica in PDF
ROMA,11 MARZO- "Renzi spiegherà le ragioni delle sue dimissioni in assemblea. E lì dob...

ROMA,11 MARZO- "Renzi spiegherà le ragioni delle sue dimissioni in assemblea. E lì dobbiamo trovare quello che ci aiuti a riflettere meglio: personalmente non penso che convocare le primarie tra tre mesi non sarebbe la soluzione migliore perché torneremmo a discutere di nomi e non delle ragioni della sconfitta".

Queste le parole a “1/2 ore in più” del presidente del PD Matteo Orfini, che aggiunge poi che l’elezione di un nuovo segretario dovrebbe avvenire con un accordo il più largo possibile, e che sia unitario come fu nei casi di Franceschini e Epifani dopo Bersani e Veltroni. Secondo Orfini, solo dopo questa mossa si potrà parlare di primarie con un congresso vero.


Per quanto riguarda la attuale segreteria del partito il presidente del PD dice che :”saranno gli iscritti in direzione a decidere se essa decadrà come il segretario Renzi o meno.”

 

InfoOggi.it Il diritto di sapere