Pensioni anticipate, quasi fatta per 46.000 richieste

by Salvatore Remorgida13/11/20173
Condividi Tweet Pin it

ROMA, 13 NOVEMBRE 2017 - A seguito del riesame delle domande per l'accesso all'Ape sociale e alla pensione anticipata per i lavoratori precoci, salgono a 46.000 le domande che potrebbero essere accettate a fronte delle 66.000 arrivate e delle 60.000 previste. Sono queste le stime dell'Inps - riferite, oggi, nel corso della riunione tra il Governo e i sindacati - sulle domande arrivate entro il 15 luglio. 

Secondo quanto detto dai partecipanti, grazie ai nuovi criteri interpretativi adottati del Ministero del Lavoro, potrebbero essere accettate circa 26.500 domande per l'Ape sociale - su 39.777 arrivate, pari al 75% delle 35.000 previste - e 20.000 per i lavoratori precoci - su 26.632 arrivate, pari all'80% delle 25.000 previste.

I nuovi indirizzi messi a punto dal ministero del Lavoro prevedono anche la possibilità che ci siano periodi di rioccupazione non superiori a sei mesi senza interrompere lo stato di disoccupazione. Per l'eccessiva stringeza dei criteri, erano state rigettate dall'Inps due domande su tre delle arrivate per l'Ape sociale e il 70% di quelle arrivate per lavoro precoce. Complessivamente erano state rifiutate 44.000 domande su 66.000. Oggi, invece, le percentuali sono state ribaltate.

Daniele Basili

immagine da ilfattoquotidiano.it